Prandelli: “La Juve ha voluto vincere a tutti i costi. Berna? Ha qualità, si sta completando”

Cesare Prandelli, ex allenatore della Fiorentina a Radio Anch’io Sport suRadioUno ha analizzato il campionato di Serie : “Inter e Juventus? Hanno cambiato e quando si cambia serve un po’ di tempo ma stanno bruciando le tappe. Napoli e Fiorentina come gioco hanno dimostrato di avere qualcosa in più ma in Italia non basta il gioco, bisogna avere anche altro. Ieri la Juve ha dimostrato che ha voluto in tutti i modi di vincere la gara, Allegri e Mancini hanno un po’ più di esperienza.

Juve? La differenza la fa la dirigenza, la società, la presenza quotidiana di persone che sanno valutare il lavoro della squadra e dell’allenatore. E quando la società è presente e condivide le scelte anche dolorose, non lasciando l’allenatore solo, diventa più facile trasmettere ai giocatori la mentalità vincente. La Fiorentina? I tifosi devono godersi questo momento, Sousa ha realizzato una squadra che ha una base tecnica importante, il gioco di tre anni con Montella si vede come palleggio ma lui ha dato più qualità dal punto di vista dell’aggressione. I tifosi devono essere orgogliosi della propria squadra e del loro allenatore e devono vivere questa stagione sognando, come anche a Napoli. Bernardeschi? Un ragazzo molto interessante, che abbina quantità e qualità, ha una corsa importante, è un giocatore seguito dal ct, di giocatori così non ce ne sono nel panorama italiana. E’ un giocatore che si sta completando, fino a qualche settimana fa pochi pensavano che potesse lavorare sulla fascia e invece lo sta facendo bene. E quando si completerà, troverà il suo ruolo”.
violanews
Commenti

Questo articolo è stato letto 421 volte