Gallo: “Napoli, contro il Villareal non sarà facile, vi spiego i motivi…”

galloSi avvicina per il Napoli la doppia sfida contro il Villareal valida per i sedicesimi di finale di Europa League. A tal proposito il giornalista Antonello Gallo fa, attraverso il suo  profilo Facebook, alcune considerazioni: ‪‎Villarreal‬: squadra assolutamente non facile. Percorso nella Liga di 11 gare imbattuti e quarti in classifica. Anche loro sono stati per breve periodo primi ed il tecnico Marcelino raccontò di “aver appreso” molto da quel periodo storico per il club che aveva sofferto pure l’onta della retrocessione pochi anni fa. Per il ‪Napoli‬ si tratta, come risaputo, ormai di una specie di classico che la sorte incrocia sul cammino europeo, ma anche di un passato tentativo di mercato, quando ‪Musacchio‬ fu seguito e contattato per rinforzare la retroguardia azzurra e poi ci si diresse verso i giovani (Koulibaly), quando un Dos Santos era stato quasi “offerto” e fu snobbato dallo staff. Oggi il Villarreal con poche spese si ritrova un bomber come Bukambu di provenienza turca e un Denis Suàrez preso inizialmente come riserva e poi esploso. Per non citare i redivivi Soldado e Soriano che con esperienza pongono la formazione dei Sottomarini ad affrontare qualsiasi avversario con estremo equilibrio, forgiandosi tatticamente e creando la terza difesa più forte del torneo grazie all’intelligenza tattica dell’allenatore. Il club che possiede una delle migliori “cantere” di Spagna evidenzia che il doppio confronto col Napoli è un passaporto per arrivare in fondo all’Europa League. In Catalogna tengono molto a questo confronto, il Napoli al completo è superiore, ma non si dovrà sbagliare nulla

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!