Lo Spezia vince a Cagliari, punti playoff per Trapani e Pescara

Tabù Sant’Elia, exploit Spezia – La partita da cui ci si aspettavano più emozioni, ne regala ben poche, almeno nel primo tempo che finisce 0-0, con i rossoblù che giocano meglio, ma che non riescono a sbloccare il risultato. Un problema che si ripropone al Sant’Elia che ha visto la squadra perdere le ultime due partite. A metà del secondo tempo c’è l’occasionissima per i sardi, ma Chichizola vola su Farias. Ed allora ecco la reazione della squadra di Di Carlo: Migliore impegna Storari, sulla ribattuta ci pensa Calaiò a ribadire in rete. Piccolo all’85’ gela tutti e fa il 2-0. Ceppitelli prova a riaprire la partita al 91’, ma è davvero tardi: arriva così la terza sconfitta in casa per la squadra di Rastelli. Il Crotone ringrazia e mantiene la vetta. Per lo Spezia 54 punti che valgono il momentaneo terzo posto in classifica.

Trapani e Pescara in vista playoff – Siciliani che convincono contro il Brescia che va per primo vicino al vantaggio, ma un minuto dopo (20’) il Trapani risponde: Coronado per Fazio che batte Minelli. Al 64’ è il neo entrato Citro a segnare, Scognamiglio a fissare il risultato sul 3-0. Esce dalla crisi il Pescara che parte con il turbo, cercando con insistenza la porta dei lombardi (e chiedendo un paio di rigori). Poi la pazienza è ripagata al quarto d’ora del primo tempo: Mandragora di testa colpisce la traversa, ma è il solito Lapadula  a spingere in rete il diciannovesimo pallone. Ma il capocannoniere non si accontenta ed al 33’ segna di testa su angolo di Caprari. Doppietta e raddoppio per il Pescara che qualche minuto prima aveva anche reclamato per un altro rigore non concesso dall’arbitro Rapuano. Poi al 60’ il Como prova a riaprire la partita con Giosa. Ma è Oddo a festeggiare (con brutta rissa finale, protagonista Benali) a rivedere la luce dopo un tunnel lungo 5 sconfitte.

Solo un pari tra Entella e Ternana-  Primo gol per Cutolo (che non segnava da più di un anno) al 7’ (aiutato da una deviazione netta di testa di Meccariello) che era stato in ballottaggio fino all’ultimo per una maglia da titolare. Poi i liguri ribadiscono la superiorità con Caputo che nel secondo tempo firma il 2-0. La Ternana è viva e al 12’ del secondo tempo è ripagata da capitan Ceravolo che non manca l’appuntamento con il gol. 90 secondi e i neroverdi trovano il pareggio con il capitano degli umbri che dal dischetto porta a 10 le sue marcature. Minuto 83’ e Mazzoni para a Caputo un calcio di rigore, fissando sul 2-2 il risultato finale.  

Punti che valgono doppio per Latina, Ascoli e Vicenza – I pontini riscattano con un 3-0 la brutta sconfitta di Cesena di sette giorni fa. Apre le danze Mariga, direttamente su punizione, che batte Frattali. La squadra di Gautieri potrebbe raddoppiare prima della fine del tempo, ma Boakye resta ipnotizzato davanti al portiere irpino. Poi il nazionale ghanese nel recupero si fa perdonare e firma il raddoppio. E’ Scaglia (61’, eurogol) a fissare sul 3-0 il risultato. Bella vittoria anche dell’Ascoli che vince a Perugia. Marchigiani in vantaggio alla fine del primo tempo con Jankto che si coordina e beffa Rosati colpevolmente fuori dalla porta. Ma non basta perché Addae firma il raddoppio. Si inguaia la vita del Livorno: Vicenza avanti con Galano al 32’, poi è Raicevic a regalare ai veneti il 2-0 e tre punti importantissimi per uscire dalla zona calda.

Un punto che serve a poco – E’ il bottino che si spartiscono Pro Vercelli e Modena che fanno 1-1. Ad aprire le marcature è Belingheri al 53′ con un bel tiro da 30 metri. Poi il neo entrato Malonga ferma la festa d’esordio di Bergodi a 5 minuti dalla fine.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 324 volte