Torino, Ventura: “Con Cairo grande rapporto, decimo posto sarebbe deludente”

Torino, Ventura: "Con Cairo grande rapporto, decimo posto sarebbe deludente"Giampiero Ventura (agf) TORINO – Un futuro ancora incerto e una stagione non esaltante da concludere. Giampiero Ventura fa il punto su tutto: le voci lo vogliono sempre più lontano dal Torino, al termine di un campionato che avrebbe potuto vedere i granata più in alto in classifica. “Se anche raggiungessimo il decimo posto, per me rimarrebbe una stagione da rammarico. Abbiamo avuto tante difficoltà ma non abbiamo ottenuto quanto potevamo e dovevamo. Sul mio futuro preferisco non parlare: chi è nel mondo del calcio sa che ci sono queste situazioni. Da una parte c’è quello che scrivono i giornali, dall’altra le parole di un presidente: non credo che queste ultime possano essere in dubbio. Il mio rapporto con Cairo è così chiaro e limpido che se esistesse qualche problema l’avremmo già affrontato”.

DUBBI DI FORMAZIONE – Nella sfida contro l’Empoli, priva di stimoli di classifica, Ventura potrebbe concedersi qualche altro colpo a sorpresa. “Castellazzi in campo? La volontà ci sarebbe, ha dimostrato in questi due anni una grande serietà e professionalità, che gli hanno permesso di giocare a livello internazionale. Daremmo la possibilità di giocare a un ragazzo che è in grado di farlo. Ma noi vogliamo replicare la sfida di Udine e fare delle verifiche. Sarà un’occasione per vedere chi ha giocato meno. Non ci sarà Vives ma avremo Gazzi, ieri abbiamo provato anche Farnerud”. Uno dei nodi principali riguarda la difesa, con il tecnico che ha già sperimentato in queste ultime uscite. “Jansson e Silva sono il futuro del Torino, possono rappresentare lo zoccolo duro per i prossimi 7-8 anni. Ci può stare che Glik giochi sul centro-destra con Jansson in mezzo”.

serie A

torino fc
Protagonisti:
giampiero ventura

Fonte: Repubblica

Commenti