Camorra, partite truccate: ne spuntano altre 4

Ci sono altri match di calcio sui quali i pm anticamorra di Napoli stanno concentrando la propria attenzione. L’inchiesta sul presunto giro di partite truccate nel campionato di Serie B 2013-2014 non è ancora chiusa. Secondo quanto si è appreso, l’indagine ora è focalizzata sugli incontri del maggio 2014 nel quale l’Avellino, società dove militavano i calciatori indagati come persone che avrebbero venduto partite al clan della Vanella Grassi, ha disputato sei partite.

Per due di esse, ovvero la trasferta a Modena e l’incontro casalingo con la Reggina, gli inquirenti ritengono di avere elementi sufficienti per affermare che vi sia stato l’illecito. Si indaga su altri quattro match, anche se al momento non c’è certezza di combine. Intanto cominciano domani gli interrogatori di garanzia nei confronti dei destinatari delle misure cautelari; fissato l’interrogatorio dell’ex calciatore Luca Pini, detenuto agli arresti domiciliari e indagato per concorso esterno in associazione camorristica e frode sportiva.

Con lui sono indagati per le stesse ipotesi di reato anche gli ex calciatori dell’Avellino Francesco Millesi, per il quale sono stati disposti i domiciliari, e Armando Izzo, attualmente al Genoa, per il quale non è stato disposta alcuna misura cautelare. 

Fonte: SkySport

Commenti