Serie B, 14^ giornata – Con un gol di Ceravolo il Benevento affonda il Cittadella. Poker della Salernitana che in rimonta vince sulla Ternana. Crolla il Verona (0-4) sotto i colpi del Novara

Il quattordicesimo turno di serie B si apre con l’incredibile gara di Ferrara. La Spal batte il Brescia 3-2. Per i padroni di casa  le reti portano la firma di Finotto, autore di una doppietta, e Antenucci. I gol delle rondinelle sono di  Bisoli e Caracciolo su rigore. Nel Brescia espulsi Lancini e Martinelli.  Da rivedere alcuni episodi, decisamente da moviola.

Un gol di Corvia su rigore, al 5’ della ripresa, regala un’importante vittoria al Latina in quel di Vicenza. A quattro minuti dal termine Bellomo si fa parare un calcio di rigore dal portiere Pinsoglio. Per i padroni di casa poteva essere il gol del pari. Il Latina per oltre un’ora ha giocato con l’uomo in meno: espulso Nica per un fallo su Vita. Per proteste anche il tecnico ospite Vivarini è andato anzitempo negli spogliatoi.

La domenica si apre con la vittoria del Cesena sul Pisa per 2-0. Decisiva la doppietta di Alejandro Rodriguez (29’ e 95’).  Nonostante i nerazzurri abbiano cercato di fare la partita non sono riusciti a creare vere occasioni da rete.

Un gol di Ceravolo permette al Benevento di superare il Cittadella. Buona la prova degli uomini di Venturato; ma i padroni di casa hanno saputo approfittare di un errore difensivo degli avversari, che ha consentito all’attaccante giallorosso di involarsi davanti al portiere e siglare il prezioso vantaggio. Il Cittadella ha tentato fino alla fine di acciuffare il pareggio, ma il portiere Gori è stato provvidenziale in almeno due occasioni. Benevento che vola al quarto posto a 24 punti, ad una sola lunghezza proprio dalla squadra veneta.

Pareggio tra Carpi e Avellino. L’incontro termina 1-1. Al ‘Cabassi’ succede tutto nella ripresa: vantaggio dell’Avellino su rigore con Ardemagni. Dopo due minuti arriva il pareggio di Lasagna. Diverse le occasioni dei padroni di casa, ma gli ospiti resistono. Campani in 10 per l’espulsione di Migliorini nel finale di gara.

Tris del Frosinone all’Ascoli. Due gol di Soddimo e una rete Ciofani chiudono la gara. Per i marchigiani il gol della bandiera è siglato da Cacia. Con questa vittoria il Frosinone sale a 27 punti e si candida seriamente per la promozione diretta in serie a. La squadra di Aglietti resta ferma a 14 punti ed occupa il 17° posto in classifica.

Termina 1-1 tra Perugia e Trapani. Le reti arrivano nel finale di gara: Nicastro porta in vantaggio gli umbri. Immediatamente risponde Coronado. I siciliani interrompono la serie negativa, ma restano relegati all’ultimo posto.

La Salernitana dopo 5 gare torna alla vittoria e supera la Ternana in rimonta. A trascinare i granata sono state le reti di Perico, Coda, Vitale e Rosina. I padroni di casa sono stati bravi a rimontare il doppio svantaggio iniziale, siglato dai gol di Palombi e Falletti. I granata raggiungono quota 16 punti in classifica. Ternana che resta inchiodata a 12 punti.

A sorpresa il Verona affonda in casa sotto i colpi di un Novara bravo ad approfittare degli errori della squadra scaligera. Il Novara va in vantaggio con Casarini. Viola sigla il raddoppio, mentre Faragò e Galabinov (segna di tacco) chiudono la gara.

Termina a reti bianche il match tra Entella e Pro Vercelli. Ottimo punto per gli ospiti che, pur soffrendo, riescono a mantenersi a galla. Per l’Entella, invece, continua la serie positiva. Questo è l’ottavo risultato utile consecutivo.

La giornata termina con il match delle 20.30 tra Bari e Spezia. Gara molto tattica che vede i padroni di casa andare in vantaggio con Brienza. Il pareggio dello  Spezia arriva all’82 con una clamorosa autorete di Fedele. Dal San Nicola entrambe le squadre escono con un punto a testa.

Commenti
avatar

Claudio Donato

Claudio Donato, giornalista-pubblicista. Al suo attivo già diverse collaborazioni con varie testate giornalistiche.