Tredicesima di serie A: la Roma cade a Bergamo e la Juve scappa via

Questa domenica di serie A, orfana solo del derby della Madonnina che andrà in scena tra qualche ora,  ha sentenziato la fuga dei bianconeri che, grazie al successo dell’ Atalanta sulla Roma, vantano ben sette punti di distanza dai giallorossi, e otto su Lazio, Atalanta e Milan che però vincendo, questa sera contro i cugini nerazzurri , si porterebbe a meno cinque, in seconda posizione e  in solitudine. Il Napoli, pur vincendo ieri nell’anticipo di campionato, contro l’Udinese, grazie al redivivo Insigne, resta fermo  al sesto posto in classifica,  in virtù dei successi di Lazio e Atalanta, ma in compenso accorcia sulla Roma, distante, attualmente solo 2 punti. Un bella lotta al vertice, per la zona Champions che coinvolge, ovviamente anche gli azzurri.

L’Atalanta si conferma l’autentica rivelazione della stagione, la squadra di Gasperini, giunta alla settima vittoria in otto gare viaggia in media scudetto e questo pomeriggio ha dato una lezione di calcio ai giallorossi, usciti dallo stadio Atleti Azzurri d’Italia con le pive nel sacco,  dopo essere passati in vantaggio con un rigore di Perotti, Ma chi di rigore ferisce, di rigore perisce e così è stato. I nerazzurri, proprio su rigore conquistano il successo a qualche minuto dal fischio finale, dopo un secondo tempo giocato alla grandissima. Tra gli altri risultati delle 15 ci sono stati la netta vittoria della Fiorentina in casa dell’Empoli, e le vittorie di Lazio, Bologna e Torino. Tuttavia  la prima partita di oggi è stata Sampdoria-Sassuolo, che si è giocata alle 12:30 e si è conclusa 3-2, con il gol decisivo segnato da Luis Muriel nei minuti di recupero.

Commenti