Cade l’Atalanta dei miracoli

Dopo sei vittorie consecutive cade l’Atalanta dei miracoli di Giampiero Gasperini. I nerazzurri escono infatti sconfitti dallo Juventus Stadium  per 1 a 3 dai bianconeri, tornati subito al successo dopo il tonfo di Genova contro i rossoblù. La squadra di Allegri è l’unica a non aver mai pareggiato un partita, 12 vittorie e tre sconfitte lo score dei campioni d’ Italia, fin qui. In attesa dei risultati di domani la Juve, ora è a sette punti dalle seconde in classifica, Roma e Milan. I giallorossi saranno impegnati, però nel derby capitolino con i cugini della Lazio, in una gara molto difficile. Roma e Lazio, dopo diversi anni, si giocheranno non solo l’orgoglio cittadino, ma anche la possibilità di puntare a qualcosa di più di un semplice piazzamento di prestigio in classifica. Spalletti dovrà rinunciare a Salah, costretto ai box da una distorsione alla caviglia, mentre Simone Inzaghi spera nel ritorno al gol di Immobile, a secco dallo scorso 30 ottobre, per portare a casa una vittoria che consentirebbe alle aquile di volare davvero molto in alto.

I rossoneri invece avranno un compito più semplice affrontando a San Siro il Crotone nel lunch match di apertura della domenica pallonara. Nel pomeriggio oltre al derby si disputeranno anche Pescara-Cagliari, Sampdoria-Torino e Sassuolo-Empoli, match quest’ultimo determinante soprattutto per le ambizioni di rilancio in classifica dei neroverdi. Nel posticipo serale, la Fiorentina metterà alla prova il Palermo del nuovo tecnico Corini, che ha preso il posto di De Zerbi, ultimo di una lunga serie di allenatori esonerati durante l’era Zamparini. Lunedì sera alle 19 il Genoa di Juric punterà a dare continuità al successo contro la Juventus sul campo di un Chievo che potrebbe rivelarsi ben più ostico rispetto alla versione peggiore dei campioni d’Italia andata in scena al Marassi. Chiuderà infine  il programma del quindicesimo turno, alle 21,  Udinese-Bologna, un match fra due squadre che faticano a spiccare il volo e che hanno bisogno di punti per uscire dall’anonimato che ha finora caratterizzato il loro avvio di stagione.

Commenti