Roma-Cagliari 1-0: i giallorossi restano in scia alla Juve

ROMA – E sono 10, 13 considerando anche lo scorso campionato. La Roma non molla la Juventus, batte il Cagliari e resta a -1 dai campioni d’Italia distanziando nuovamente il Napoli, ora a tre punti. All’Olimpico, dove i giallorossi trovano la decima vittoria consecutiva in altrettante partite casalinghe (13 in fila considerando anche la scorsa), alla squadra di Spalletti basta un gol, il 14/o in questa stagione, di Edin Dzeko per non perdere punti importanti nella frenetica rincorsa scudetto e per inseguire il record di 15 vittorie di fila tra le mura amiche che, in casa romanista, manca dal lontano 1930.

LE PAGELLE

POCHI GOL, MA TANTA FASE DIFENSIVA – Il bello arriva adesso con ancora tutti gli scontri diretti da giocare. Eppure contro un buon Cagliari la Roma ha dovuto faticare un po’ più del previsto, come accade ormai da tre settimana a questa parte. E’, infatti, il terzo 1-0 di fila, il quarto nelle ultime sei gare di campionato, segno che l’assenza di Salah in fase offensiva si sta facendo sentire e non poco. Dall’altro lato, però, con l’egiziano impegnato in coppa d’Africa, Spalletti ha dovuto modificare in parte l’assetto della sua squadra trovando il giusto equilibrio in fase difensiva: zero gol subiti da quando l’ex viola è partito. Insomma, questa Roma, se oltre a segnare inizia a non prendere più gol, allora può far davvero paura. La Juventus è avvisata.

IL MATCH – Gara come da copione, con la Roma decisa a creare gioco e con il Cagliari pronto a rovinarlo. I giallorossi, però, nel primo tempo faticano a trovare gli spazi giusti negli ultimi 30 metri dove i sardi chiudono bene e pressano senza sosta in fase di non possesso. L’occasione più nitida, quella che potrebbe sbloccare la partita, capita sul piede di Dzeko che, sul lancio millimetrico di De Rossi, elude il fuorigioco rossoblu, ma a tu per tu con Rafael calcia debolmente addosso al portiere. Nella ripresa parte subito forte la squadra ospite che mette più volte in apprensione Fazio e compagni (superlativa la prova dell’argentino), ma al 10′, alla prima occasione buona, Dzeko si fa perdonare l’errore del primo tempo infilando col piattone su un cross laterale di Rudiger. Sotto di un gol il Cagliari si disunisce alla ricerca disperata del pareggio e per i capitolini è più facile sfondare in area. Rafael deve prima salvare su Perotti, poi su Dzeko. Su quest’ultima ribattuta Bruno Peres si divora il raddoppio col portiere a terra. L’estremo difensore rossoblu si supera al 39′ su una mina terra-aria dal limite di Nainggolan e quando non ci arriva lui (1′ più tardi) ci pensa la traversa a fermare Dzeko ed evitare un passivo più pesante. In pieno recupero da segnalare l’entrataccia di Joao Pedro ai danni di Strootman con Guida che gli mostra il rosso diretto.

ROMA-CAGLIARI 1-0 (0-0)
ROMA (3-4-2-1): Szczesny; Manolas (dal 46′ s.t. Vermaelen), Fazio, Rüdiger; Bruno Peres, De Rossi, Strootman, Emerson; Nainggolan (dal 43′ s.t. Paredes), Perotti (dal 35′ s.t. El Shaarawy); Dzeko. (Alisson, Lobont, Juan Jesus, Mario Rui, Seck, Pellegrini, Gerson, Totti, Tumminello). All. Spalletti.
CAGLIARI (4-4-1-1): Rafael; Pisacane (dal 36′ s.t. Faragò), Ceppitelli, Bruno Alves, Murru; Isla, Tachtsidis, Dessena (dal 21′ s.t. Joao Pedro), Barella; Farias (dal 27′ s.t. Sau); Borriello. (Colombo, Crosta, Salamon, Cadili, Bianco, Antonini Lui, Giannetti). All. Rastelli.
MARCATORE: Dzeko al 10′ s.t.
ARBITRO: Guida di Torre Annunziata.
NOTE: espulso Joao Pedro (C) per gioco scorretto; ammoniti Pisacane (C) per fallo di mano, Ceppitelli (C), Manolas (R), Barella (C) per gioco scorretto.
 
 
 

Fonte: Repubblica

Commenti