Juve, col Milan 4-3-3 e Higuain verso la panchina

Juve-Milan, atto terzo. Dopo il campionato e la Supercoppa ora anche la Coppa Italia. Altra partita secca, come quella di Doha, da vincere assolutamente per Allegri. Sia per puntare la tripletta consecutiva nella manifestazione, sia per fare giustizia degl ultimi due precendenti contro Montella. “Non sarà una vendetta”, ha ricordato l’allenatore della Juventus nella conferenza prepartita, ma di certo la voglia di invertire la tendenza degli ultimi confronti con i rossoneri ci sarà, eccome.

Ritorno al 4-3-3 – Dopo la convincente vittoria di domenica a pranzo contro la Lazio, Allegri non ha chiarito a sufficienza se cambierà quel 2-4-3-1 che tanto male ha fatto alla squadra di Inzaghi. “Sono gli uomini che contano”, ha spiegato l’allenatore della Juventus, “e qualcuno ne cambierò”. Ma anche il sistema varierà leggermente, perché rispetto a domenica si dovrebbe tornare a un centrocampo più coperto con 3 uomini alle spalle di 3 attaccanti e l’esclusione di una delle 5 stelle mandate in campo contro la Lazio. 

Higuain in panchina – La ‘vittima’ eccellente delle scelte di Allegri dovrebbe essere Higuain, che nel 4-3-3 partirà dalla panchina e lascerà il suo ruolo a Mandzukic in un tridente completato da Cuadrado a destra e Dybala a sinistra. In mezzo al campo non ci sarà Marchisio, ancora alle prese con l’affaticamento muscolare che lo ha tenuto fuori nella gara contro la Lazio. Pjanic agirà da regista ma rispetto a domenica al suo fianco non avrà Khedira, ma due mediani muscolari come Sturaro e Rincon. In difesa invece torneranno certamente sia Alex Sandro che Rugani, con Bonucci e Barzagli nel ruolo di trzino destro a completare il reparto. In porta Neto, il portiere di Coppa. 

LA PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3)
Neto; Barzagli, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Sturaro, Pjanic, Rincon; Cuadrado, Mandzukic, Dybala. All. Allegri

Pubalgia per Lemina – Intanto la Juventus ha reso note le condizoni di Lemina, tornato anzitempo dalla Coppa d’Africa a causa di un infortunio che era rimasto avvolto nel mistero fino agli esami di oggi: “Lemina, si legge nel comunicato della società, “risulta affetto da lombalgia, accusata nel corso della Coppa d’Africa, con riscontro strumentale di edema osseo, meritevole di ulteriori verifiche e monitoraggio clinico”.  

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 302 volte