Vicenza, Bisoli: “In ritiro da stasera”

Pierpaolo Bisoli, allenatore del Vicenza (Getty)

“Il 3-1 è un risultato troppo eccessivo per quanto si è visto in campo. Siamo stati dignitosi, il portiere dell’Avellino è stato bravo e continuiamo ad avere troppi infortuni. Ora serve fare un passettino alla volta, non è un ritiro punitivo ma serve a ricompattare le forze mentali” ha detto il tecnico dei veneti

Non riesce a vincere il Vicenza ancora in emergenza contro l’Avellino. Al Partenio-Lombardi i biancorosso perdono 3-1; Bellomo prova a riaprire il match al 60’ ma nonostante gli sforzi della formazione veneta il risultato non cambia più. Resta dunque ferma a 28 punti la squadra allenata da Pierpaolo Bisoli, ora terzultima in classifica. Dopo il fischio finale il tecnico ha parlato così in conferenza stampa analizzando il match e giudicando esagerato il risultato che ha condannato la sua squadra contro i biancoverdi.

“Il 3-1 è un risultato troppo eccessivo per quanto si è visto in campo. Siamo stati dignitosi, il portiere dell’Avellino è stato bravo, ha compiuto grandi parate e ha salvato il risultato. Siamo stati in partita nella prima mezz’ora, al rientro negli spogliatoi ho chiesto ai ragazzi di non prendere il terzo gol perché potevamo ancora recuperarla. Poi è arrivato per un nostro errore e ora questa sconfitta ci mette nei guai. Benussi si è sentito male, ha provato a rimanere in campo ma a un certo punto non ce l’ha più fatta e ora ha la febbre, Pucino ha sentito tirare. Ho chiesto alla società di andare in ritiro già da questa sera. Adesso bisogna risalire la china”.

“Fino al 28’ abbiamo giocato anche bene, dobbiamo riprendere il nostro spirito. Io non mi ero mai illuso, purtroppo la strada è lunghissima, siamo quartultimi con la Pro Vercelli ma quando sono arrivato eravamo ultimi, adesso bisogna rimboccarsi le maniche. Bisogna rendersi conto della situazione, non voglio alibi ma abbiamo una situazione disastrosa per gli infortuni. Nel secondo tempo la squadra ha giocato, se poi uno si mette a scartare davanti all’area e si prende il terzo gol per forza crolla tutto. Ora serve fare un passettino alla volta. Il 3-1 è comunque troppo, andiamo in ritiro ma non è un ritiro punitivo, è per ricompattare le forze mentali e per stare insieme”.

Fonte: SkySport

Commenti