Serie A, Sampdoria: scarico per Quagliarella

Fabio Quagliarella, attaccante della Sampdoria (Getty)

L’attaccante – così come Muriel – non ha preso parte all’allenamento con i compagni. Seduta composta da riscaldamento, partitelle a tema, esercitazioni tattiche e partitella finale con Schick in gruppo. Bruno Fernandes: “A Genova sto bene ma in futuro vorrei tornare a giocare in Portogallo”

L’importante impegno di lunedì sera a San Siro contro l’Inter si avvicina e per la Sampdoria questa è stata un’altra giornata di lavoro a Bogliasco. Marco Giampaolo (insieme al suo staff) ha guidato i calciatori blucerchiati in nuova seduta sui campi del Mugnaini; come riporta il sito ufficiale della società ligure, nel pomeriggio i giocatori sono stati impegnati in una sessione aperta da un iniziale riscaldamento e proseguita con partitelle a tema ed esercitazioni tattiche. Infine c’è stato il tempo anche per una partitella finale. Buone notizie arrivano dall’infermeria, dal momento che l’allenatore ha avuto a disposizione l’intera rosa fatta eccezione per Luis Muriel (che ha proseguito con il suo programma di recupero agonistico) e per Fabio Quagliarella, che si è sottoposto ad un lavoro di scarico e che verrà valutato meglio nelle prossime ore per capire se sarà al 100% per la gara contro l’Inter. Regolarmente in gruppo, invece, Patrik Schick. A partire da domani, sabato, il centro sportivo chiuderà le porte in occasione della razione mattutina fissata in agenda.

E mentre Marco Giampaolo conferma che per la firma sul nuovo contratto (che lo legherà alla Sampdoria fino al 2020) manca davvero poco, anche Bruno Fernandes ha parlato del suo futuro nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni del giornale portoghese O Jogo: “Sono felice alla Samp, ma se capitasse di tornare in Portogallo nella mia carriera, ne sarei felice. Non si è mai sviluppata l’ipotesi di tornare in Portogallo, c’è stato un gran parlare quest’estate ma poi non si è fatto nulla perché non c’è stato nulla di concreto. Ovviamente, essendo portoghese, mi piacerebbe poter giocare nel campionato della mia nazione. Mi piacerebbe molto, perché è il mio paese, il mio popolo”. E ancora, dopo l’ottima recente esperienza con la maglia della sua Nazionale Under 21 – con cui ha anche segnato un gran gol – il centrocampista blucerchiato classe 1994 aggiunge: “Con la Nazionale Under 21 ci stiamo impegnando duramente e il nostro obiettivo è quello di fare il meglio possibile per il nome del Portogallo. Possiamo aspettarci di tutto”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 159 volte