Grassadonia: “Meritavamo di vincere”

Un risultato che dà morale, ma che non migliora la posizione in classifica della Pro Vercelli. Finisce 1-1 il derby contro la Virtus Entella, passata in vantaggio nel primo tempo con l’ex La Mantia. A sistemare la situazione ci ha pensato Bifulco a metà seconda frazione: il pari porta i piemontesi a 17 punti in classifica. “Il calcio è anche molto emozionale. Certamente non siamo partiti bene, ci siamo portati qualche scoria da Pescara e loro hanno avuto un approccio migliore”, ha detto Gianluca Grassadonia nel post partita. “Nel secondo tempo è venuta fuori la Pro, abbiamo cambiato qualcosa dal punto di vista tattico e abbiamo iniziato a giocare palla a terra. Il cambiamento è stato comunque soprattutto mentale, la squadra ha reagito, ha tirato fuori orgoglio e determinazione e ha portato a casa un punto importante”. Sul modulo: “Abbiamo giocato 4-3-3, nel secondo tempo senza palla tenevamo il 4-4-2. Certamente siamo andati meglio: eravamo più compatti, nel primo tempo non abbiamo saputo leggere bene certe mosse dell’avversario”.

“Meritavamo la vittoria, possiamo mettere sotto chiunque”

Il provvisorio 1-0 per l’Entella segnato da La Mantia, attaccante che la Pro conosce bene: “Noi sapevamo che loro dal fondo potevano trovare La Mantia, infatti in quel modo hanno fatto gol, avevamo di fronte avversari di grandi valori”, ha continuato Grassadonia. “Sappiamo di poter mettere però in difficoltà tutti, sono molto fiducioso. Nel primo tempo i problemi più che tattici sono stati mentali, nel secondo ci siamo scrollati di dosso la paura e ho chiesto alla squadra di giocare, di dare spazio al nostro gioco lasciando da parte i lanci lunghi. Spesso in questo campionato siamo andati in svantaggio, ma questa squadra ha grande cuore. Noi cerchiamo di migliorare anche questo aspetto, oggi sarebbe stato importante sbloccare il risultato e andare in vantaggio. Io sono comunque convinto che oggi avremmo meritato la vittoria per quanto visto in campo”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 273 volte