Spal, Semplici: “Avanti con la nostra identità”

Mancano ancora due giorni alla sfida della Spal di Leonardo Semplici al Benevento di Roberto De Zerbi, la formazione ferrarese ha già raggiunto però il ritiro di Roma dove trascorrerà le ore che la separano dall’importante sfida di domenica. Marco Borriello e compagni cercheranno una vittoria che permetta alla squadra di allontanarsi dalle ultime posizioni della classifica anche per ridare nuovo slancio a tutto il gruppo in vista delle prossime fare in programma. La squadra ha così voluto concentrarsi esclusivamente sul Benevento in una sorta di mini ritiro e l’allenatore ha poi presentato il match contro i giallorossi a sue giorni dal fischio d’inizio. Queste le sue considerazioni sulla sua squadra, sull’avversario e non solo.

“Borriello si è ristabilito ed è a disposizione. Bonazzoli ha avuto una infiammazione e per questo resterà a riposo, ma in attacco le possibilità di scelta non mancano con i vari Antenucci, Floccari, Paloschi e Borriello. Non cambieremo sistema di gioco e dovremo stare attenti soprattutto in fase difensiva perché ultimamente stiamo prendendo troppi gol. Faremo la nostra partita senza snaturarci. Sappiamo l’importanza che riveste questa gara e dovremo affrontare il Benevento con grande rispetto perché c’è sempre il rischio di rimanere vittime della legge dei grandi numeri. Bisognerà offrire una grande prestazione perché è uno scontro diretto. Siamo in salute e abbiamo fiducia, mi auguro che la rimonta dell’ultima partita ci abbia dato maggiore consapevolezza dei nostri mezzi. Il ritiro? La scelta è legata solo alla lunghezza del viaggio, se avessimo problemi di spirito di squadra non avremmo fatto la rimonta finale contro il Verona”.

“Combattiamo con squadre più strutturate fisicamente e tecnicamente – ha poi aggiunto ai microfoni di Sky Sport – noi siamo una neopromossa che sta cercando di mettere in campo la propria identità. Il nostro percorso è in salita, lo sappiamo, ma possiamo arrivare al traguardo. E’ un campionato importante, ci sono grandi squadre. C’è grande differenza fra le prime, quelle di mezzo e le ultime 5-6. Noi cercheremo di vincere il nostro campionato”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 581 volte