Udinese, prima seduta verso l’Inter

Dopo il 3-3 contro il Benevento, maturato nell’ultimo turno, sono ripresi quest’oggi i lavori dell’Udinese di Igor Tudor, che nel prossimo match in calendario se la dovrà vedere con l’Inter. Contro i giallorossi la squadra dell’allenatore croato è riuscita a interrompere la lunga striscia di sconfitte ma non ha potuto ritrovare i tre punti e il successo che le avrebbe permesso di respirare e allontanarsi dalle zone più calde della classifica. La corsa alla salvezza riprenderà così contro una squadra che a sua volta ha un obiettivo importante da raggiungere. Quest’oggi, nel pomeriggio, alle ore 17:30 si è tenuto il primo allenamento della settimana che ha così inaugurato i lavori del gruppo dopo il giorno di riposo concesso da Tudor ai suoi ragazzi. Nella giornata di domani è prevista poi una doppia seduta – come riporta il sito ufficiale del club che ha così reso noto l’intero programma della settimana – con la prima che inizierà alle 11:30 del mattino e la seconda alle ore 18:00 del pomeriggio. Allenamento soltanto mattutino in programma giovedì e venerdì invece con inizio alle ore 11:30 entrambi giorni. Sempre alle 11:30 si terrà anche la rifinitura della vigilia in programma sabato 5 maggio. Venerdì e sabato la squadra lavorerà a porte chiuse, domenica poi si dovrà tornare in campo per provare a centrare l’obiettivo permanenza in Serie A.

La squadra bianconera ha fatto vedere buone cose alla prima uscita con il nuovo allenatore, nonostante la delusione per una vittoria sfumata, c’è ora ottimismo in vista della partita contro i nerazzurri di Spalletti, gara in cui tornerà a disposizione Jakub Jankto (che al Vigorito era squalificato). Buone notizie arrivano anche dall’infermeria dal momento che se si esclude Gabriele Angella tutti i giocatori sono a disposizione dell’allenatore croato. Importante è stato proprio l’apporto dello stesso Tudor, come anche Valon Behrami ha dichiarato nelle scorse ore: “Ci ha fatto tirare fuori il carattere, il cuore: bisogna giocare in questo modo per uscire da una situazione simile, questo è ciò di cui abbiamo bisogno, dando tutto, cercando di fare la miglior prestazione possibile. Lo abbiamo fatto oggi quando siamo andati sotto per 2-1, non abbiamo pensato al risultato ma alla performance, come ci ha chiesto lui. Abbiamo cercato di dare il massimo, purtroppo in questo momento non è bastato per una vittoria, ma almeno abbiamo interrotto un trend negativo. Cosa ci ha detto alla fine? Di guardare il lato positivo e che se abbiamo questo atteggiamento siamo sulla strada giusta. Ora dobbiamo continuare a seguirlo perché lui è il nostro condottiero”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 242 volte