Pokerissimo Sampdoria, il Frosinone crolla 5-0

FROSINONE-SAMPDORIA 0-5

10′ Quagliarella, 47′ Caprari, 54′ Defrel, 83′ rig. Kownacki, 86′ Defrel

La Sampdoria dà seguito al netto successo sul Napoli e cala il pokerissimo sul campo del Frosinone. Vittoria schiacciante quella dei blucerchiati, subito avanti dopo dieci giri di orologio con il solito Quagliarella, al 50° centro con la maglia della Samp. La reazione dei padroni di casa c’è ma si riassume tutta nei venti minuti successivi e, complice anche una sfortunata traversa, non basta a riequilibrare il punteggio. La squadra di Giampaolo mantiene il vantaggio dopo un po’ di sofferenza e all’inizio del secondo tempo chiude i giochi, con l’uno-due firmato da Caprari e Defrel, ancora in rete dopo la doppietta rifilata agli azzurri prima della sosta. Nel finale c’è gloria anche per il neo entrato Kownacki, che si procura e trasforma il rigore del 4-0, e di nuovo per l’ex Roma che completa la sua doppietta e sale in testa alla classifica dei marcatori. In attesa di recuperare la sfida contro la Fiorentina nella prossima settimana, la Sampdoria sale a 6 punti, mentre i ragazzi di Longo – troppo fragili in alcuni frangenti del match sia tatticamente che psicologicamente – restano a quota uno, con l’attacco che rimane ancora a secco di gol in questo inizio di campionato.

La partita

Longo conferma il 3-5-2 con Krajnc a completare la retroguardia in compagnia di Brighenti e Salamon. Zampano e Molinaro sono gli esterni di centrocampo, Soddimo fa da collante tra centrocampo e attacco, composto quest’ultimo dalla coppia Ciano-Perica. Sampaolo invece sceglie Colley come partner difensivo di Andersen, mentre a centrocampo c’è spazio per Ekdal e Linetty, con Jankto che si accomoda in panchina. Il tandem offensivo è quello che ha strapazzato il Napoli, formato da Quagliarella e Defrel, con Caprari preferito a Ramirez alle loro spalle. La Samp parte forte e mette subito alle corde gli avversari. Il primo tiro in porta arriva dopo 10 minuti ed è subito vincente. Brighenti sbaglia un disimpegno facile in difesa, Caprari conduce l’azione e allarga per Barreto che, di prima intenzione, serve in mezzo dove Quagliarella appoggia in rete da due passi. Lo svantaggio dà una scossa al Frosinone. La reazione è immediata, con il difensore ciociaro che prova subito a farsi perdonare con un bellissimo lancio per Perica. L’ex Udinese prova di testa a superare Audero, ma il portiere respinge in uscita la conclusione. La squadra di casa non si arrende e al 20’ va a un passo dal pari con il colpo di testa di Salamon, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, che si stampa sulla traversa. È di nuovo il centrale polacco, ex della partita, a riprovarci poco dopo, sempre di testa, ma questa volta il tentativo non inquadra lo specchio. Passata la mezz’ora, i blucerchiati tornano a farsi vedere in avanti con un paio di interessante verticalizzazioni, ben neutralizzate dalla difesa di Longo. L’ultima conclusione del primo tempo spetta invece a Chibsah che strozza il destro e non riesce a preoccupare l’estremo difensore avversario.

Fonte: SkySport

Commenti