I SIGNORI DEL CALCIO – Zlatan Ibrahimovic, “Ibracadabra”

Se si vorrebbe stilare una lista dei calciatori più forti degli ultimi 20 anni, sicuramente sarebbe impossibile non scrivere il nome di Zlatan Ibrahimovic. Talento straordinario e forza fisica sono solo alcune delle carateristiche tecniche dell’attacante svedese, ma bisogna vederlo in azione sul campio da gioco per ammirare le sue qualità. Nato a Malmo il 3 ottobre 1981 inizia a giocare a calcio fin da piccolo nel Balkan fino al 1995. Successivamente approda al Malmo, giocando prima nel settore giovanile e poi in prima squadra, dove colleziona 17 reti in 46 presenze. Anno dopo anno il giovane Zlatan diventa sempre più forte e i club più importanti iniziano a chiedere di lui per un possibile acquisto. Nel 2001 è l’Ajax ad accaparrarselo, club nel quale Ibra inizia a vincere i primi trofei: 3 campionati olandesi, una coppa d’Olanda e una Supercoppa, totalizzando in tre stagioni ben 110 presenze e 48 reti. Nell’agosto 2004 approda in italia, la Juve se lo aggiudica per 16 milioni di euro e al suo primo anno segna 16 gol, vincendo lo scudetto che poi sarà revocato per il caso “Calciopoli”. Dopo un altra stagione in bianconero, passa all’Inter dove per tre stagioni consecutive vince lo scudetto e due Supercoppe (nel 2006 e 2008); colleziona in tutto 117 presenze e 66 reti. Per Zlatan arrivano altri successi: terminata l’avventura all’Inter, lo svedese va al Barcellona, dove nella stagione 2009/2010 vince il campionato, due Supercoppe di Spagna, una Supercoppa Europea e un mondiale per club. Nell’agosto 2010 torna in Italia, questa volta con la maglia del Milan. In rossonero conquista altri due trofei: uno scudetto e una Supercoppa, totalizzando 56 reti in 85 presenze. Nel luglio del 2012 inizia l’avventura francese con la maglia del Paris Saint Germain, con il quale gioca per 4 stagioni vincendo 4 campionati, 3 Supercoppe francesi e 2 Coppe di Francia, diventando il miglior marcatore di sempre del club sia in campionato che in Europa; il suo score realizzativo è di 156 reti in 180 presenze tra campionato e coppe. Nella stagione 2016/2017 viene acquistato dal Manchester United, nel quale vince una Coppa di Lega Inglese, un Community Shield e l’Europa League. Nel marzo del 2018 approda negli Stati Uniti per vestire la casacca dei Los Angeles Galaxy. Anche negli Usa, Ibrahimovic dà spettacolo, segnando 22 reti in 27 presenze. Per quanto riguarda la Nazionale, il suo esordio è datato 31 gennaio 2001 contro le Isole Far Oer. Con la maglia della Svezia ha collezionato 62 reti in 116 presenze. Zlatan Ibrahimovic ha divertito e appassionato milioni di tifosi grazie alle sue magie, forse è per questo che è stato soprannominato “Ibracadabra”.

Mariano Potena

Questo articolo è stato letto 250 volte