Serie A: fumata nera, ancora nessuna decisione sulla ripartenza degli allenamenti

Purtroppo è terminata con una nuova fumata nera  l’incontro di ieri, in videoconferenza, fra il mondo del calcio ed il ministro dello sport Vincenzo Spadafora. Malgrado il desiderio di quasi tutte le società  sia  quello di riprendere gli allenamenti in vista di un’eventuale ripartenza in massima sicurezza del massimo campionato di calcio, ogni decisione è stata rinviata. Le difficoltà, ancora oggi, risultano notevoli;  è enorme il numero di tamponi a cui sottoporre giocatori ed addetti ai lavori  per garantire le misure precauzionali. Dati i tempi molto stretti la Lega sarebbe pure disposta a mettere in atto  un’idea già promossa all’inizio dell’emergenza sanitaria, ossia la disputa di playoff per assegnare il titolo e di  playout per sbrogliare la matassa  salvezza in cui è coinvolto anche il Brescia, di Cellino, sempre contrario alla ripresa del torneo. Così facendo  si ridurrebbero le partite,  i tempi e persino i rischi. Nel frattempo Spadafora,  dopo un confronto con il Ministro della Salute e il Comitato tecnico scientifico, ha dichiarato che a breve verranno diramate le disposizioni aggiornate relative all’eventualità e alle modalità per far riprendere  gli allenamenti.

Commenti