De Laurentiis: “Osimhen avrà la numero 9. Operazione da 80 milioni complessivi”

Aurelio De Laurentiis è intervenuto in esclusiva a Radio Kiss Kiss Napoli: “Rino Gattuso ci teneva molto è stato molto bravo Cristiano Giuntoli, non è stata un’operazione facile perché Victor Osimhen ha poi cambiato agenti ed abbiamo dovuto reimpostare una rinegoziazione con lui. Un acquisto di circa 80 milioni al giocatore andranno netti da 4 milioni a 4.5 a seconda dei bonus. Se Victor vorrà il 9 sarà suo, credo che lui lo abbia desiderato. Il 9 l’ha indossato Higuain.

Un calciatore ventunenne che viene dalla Nigeria che ha giocato nel Lille dove è una piazza diversa e più tranquilla. Lui è rimasto molto colpito da Partenope che acchiappa l’intenzionalità di chi passa da queste parti e ne rimane incantato. Il mercato inizia il primo settembre. Però adesso preoccupiamoci della supersfida di Barcellona e poi ci sarà la preparazione estiva per il campionato che non sappiamo quando ripartirà. Io mi auguro fine settembre o inizio ottobre per avere il tempo necessario, considerando gli impegni della Nazionale, per preparare al meglio la stagione agonistica dopo un periodo dove abbiamo stravolto il calendario a causa del coronavirus. Partecipare il 12 settembre sarebbe pura follia, i nuovi calciatori non avrebbero il tempo di inserirsi, sarebbe assurdo e non al servizio delle società. Il Napoli vuole fare la storia a Barcellona, ci vuole provare, spero che i nostri tifosi riescano a gioire della nostra eventuale vittoria. Dobbiamo andare a Barcellona per divertirci, dobbiamo andare a fare la partita.

Koulibaly quando si vorrà confrontare con me sono qua, basta che mi chiama e ci vediamo e se sono rose fioriranno. Boga? Il Napoli deve innanzitutto vendere, senza la Champions mancheranno 200 milioni, noi già abbiamo piazzato un colpo da 80 milioni, per il momento accontentiamoci, dopo aver riposato e dopo aver atteso la data per l’inizio di campionato ed aspettato la data ufficiale del calciomercato del primo settembre avremo il tempo per vendere e quindi anche di acquistare.

La Lega deve produrre una media company a latere scegliendosi gli amministratori più giusti e poi settorizziare le varie competenze, siamo 20 imprenditori che devono avere la forza di vendere e commercializzare la nostra serie A. Dobbiamo meditare, questa è la strada della maturità e così però le mediopiccole saranno molto più ricche di prima senza ombra di dubbio. Se dobbiamo praticare altre strade che però stonerebbe con la nostra capacità di governance non vedo per quale motivo dobbiamo lasciare per strada tantissimi miliardi di euro”.

Commenti