De Laurentiis attacca la UEFA: “Rischiamo crociati e menischi, lo sfanculamento arriverà”

Aurelio De Laurentiis attacca nuovamente la UEFA. Dopo le dichiarazioni dell’altro ieri, il presidente del Napoli ha chiuso il forum Una questione di gusto a Castel di Sangro: “La UEFA dovrebbe essere un nostro alto segretariato. Loro stabiliscono che le nazionali devono giocare l’Europeo a giugno e quindi noi dobbiamo fare un calendario compresso, giocando tantissime partite in poco tempo. Rischiando crociati e menischi, mettendo in crisi il valore economico delle società. Io dico, al tifoso importa della nazionale marginalmente. Gli importa della Champions League? Marginalmente, perché riguarda quattro società italiane. Gli interessa dell’Europa League? Marginalmente, perché riguarda altre tre società italiane. La sua massima ambizione è la lotta per lo scudetto: se tu mi offendi il tifoso, puoi essere Ceferin, Blatter, Platini o chi ti pare. Ma stai facendo un autogol a te stesso, perché prima o poi lo sfanculamento arriverà. E poi al calcio italiano, offendendo i 38 milioni di tifosi che abbiamo in Italia”.

TuttoMercatoWeb.com

Commenti