Juventus-Napoli, i medici del Pascale: “Lega Calcio irresponsabile”

Napoli – “Da persone impegnate sul campo in questa pandemia, troviamo che l’atteggiamento della Lega Calcio rispetto alla partita Juve-Napoli sia irresponsabile”. Con una nota stampa Paolo Ascierto Direttore Unità Oncologia Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative del “Pascale”, Attilio Bianchi ​direttore generale dell’Istituto Pascale di Napoli e Gerardo Botti Direttore Scientifico dell’Istituto napoletano, in campo in questi mesi di pandemia nella lotta al Coronavirus, intervengono contro la decisione della Lega Calcio di non rinviare la partita dell’Allianz Stadium tra Juventus e Napoli.
“In questi mesi abbiamo costantemente invitato tutti alla prudenza ed al rispetto delle regole di sicurezza nell’intento di limitare la diffusione del virus ma, a quanto pare, questi appelli sono rimasti inascoltati”, continua la nota. “Troviamo oltremodo rischioso che un organo sportivo di tale rilievo, e che dovrebbe essere da esempio, disattenda le più elementari procedure volte alla tutela della salute pubblica. Se è regola generale che i soggetti che hanno avuto contatti con positivi siano posti in quarantena, non si capisce perchè ciò non debba essere ancor più valido per i calciatori che, oltretutto, in campo si trovano in una una condizione di assenza di protezione. Con queste premesse, d’ora in poi, come si potrà pretendere che la gente comune osservi le norme di sicurezza anti-COVID avendo davanti agli occhi un così deleterio esempio? Anche se precedentemente sono state dettate delle regole sottoscritte da tutte le squadre, non è detto che queste regole siano assolute. La prima regola deve essere ma tenere in sicurezza i giocatori ed evitare la diffusione del contagio. Far giocare quella partita mette a rischio anche i giocatori della Juve e rischia di attivare un’altro focolaio. Confidiamo sempre che il buon senso prevalga.
Anteprima24.it
Commenti