ANTEPRIMA PARTITA Napoli vs Parma

Archiviato il match di Coppa Italia con lo Spezia, gli azzurri di Gattuso si rituffano in campionato, per riscattarsi immediatamente, dopo il brutto tonfo di domenica scorsa nella città di Giulietta. Domani, nel tardo pomeriggio, allo Stadio Diego Armando Maradona, sarà ospite il Parma per la sida valida per il ventesimo turno di serie A. Il tecnico partenopeo, fatta eccezione per Fabian Ruiz, ancora alle prese con il covid, ha a disposizione tutta la rosa, tranne Llorente, accasatosi in quel di Udine. Tuttavia, come si è visto nelle recenti gare, nè Osimhen, nè Mertens sono in condizioni ottimali, per cui difficilmente potranno partire titolari contro i ducali. Da quanto appreso dalle indiscrezioni giunte da Castel Volturno, la formazione azzurra, rispetto a quella vista, giovedì scorso con i liguri, dovrebbe registrare soltanto gli innesti di Lorenzo, Bakayoko e Petagna, fuori dunque Hysaj, Elmas e Politano. Gattuso malgrado le critiche subite per il passaggio al 4/2/3/1, probabilmente, sempre più convinto della bontà di questo modulo, persisterà nell’adottare questa sua idea di gioco, con un centrocampo a due. Tra i pali, non ancora sciolto il dubbio tra Ospina e Meret, mentre la coppia centrale difensiva sarà nuovamente composta da Koulibaly e Manolas. Sulle fasce Di Lorenzo a destra e Mario Rui a sinistra, con qualche chance anche per Hysay.  Nella zona mediana Bakayoko dovrebbe essere affiancato da Demme, infine in avanti dietro Petagna punta centrale toccherà al trio Insigne, Lozano e Zielinsky. Situazione totalmente diversa per l’allenatore parmense che ha l’infermeria piena, a causa degli infortuni di Alves, Valenti, Laurini, Nicolussi Caviglia e Karamoh. In porta, come d’abitudine, ci sarà l’ex Sepe davanti al quale esordirà l’ex Milan Conti sulla destra e Pezzella sulla sinistra. I due centrali  dovrebbero essere Gagliolo e Iacoponi anche se Osorio potrebbe prendere il posto di quest’ultimo e partire dal primo minuto. A centrocampo l’unico sicuro è Kurtic con cui dovremmo vedere Grassi e Hernani, ma con  Sohm, Brugman e Cyprien  pronti a sostituirli. Centravanti potrebbe giocare  Cornelius, mentre Inglese si accomoderà in panchina. Gervinho e Kucka agiranno come esterni d’attacco. Pertanto ecco i due possibili schieramenti:

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Rui; Demme, Bakayoko; Lozano, Zielinski, Insigne; Petagna. All. Gattuso

Parma (4-3-3): Sepe; Conti, Iacoponi, Gagliolo, Pezzella; Grassi, Hernani, Kurtic; Kucka, Cornelius, Gervinho. All. D’Aversa

Veniamo, come al solito, alle curiosità di questa sfida: Napoli e Parma si sono incrociate 37 volte in   Serie A, ed il bilancio vede gli azzurri in vantaggio con  16 vittorie  contro 14 dei biancoscudati.  Sette i risultati nulli.  Nelle ultime 15 partite, soltanto in un’occasione il match  è terminato in parità col punteggio di  2-2: era  il 10 maggio 2015 e si giocò al Tardini. Il Parma, in quella stagione, retrocesse in B ma per via del fallimento societario , la squadra dovette scendere in Serie D. L’ultimo blitz dei ducali a Fuorigrotta è molto recente, infatti, nel campionato scorso gli ospiti si imposero per 2 a 1 e sulla panchina dei partenopei era appena arrivato Rino Gattuso.

Commenti