Gli interventi di Enzo Bucchioni, Fabrizio Cappella e Paolo Specchia a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Enzo Bucchioni, giornalista.
“Di sicuro la vittoria contro la Juventus ha dato autostima ma contro il Granada il Napoli non a ricambi, poi domenica c’è un’altra trasferta da fare. La stagione è complicatissima, ci si scontra con la realtà e lo si capisce. Il Napoli deve supplire con il carattere e lo farà, ora è una squadra gattusiana in tutti i sensi, anche nel temperamento. Mi aspetto una gara dalla grande energia e voglia. Priorità ad Atalanta-Napoli o a stasera? Le grandi squadre devono provare ad andare avanti in tutte le competizioni e pensare gara per gara. Altrimenti fai come Pirlo che a Napoli ha presentato all’inizio una formazione discutibile in vista della Champions e poi ha perso. Non c’è altra strada, non si può che raschiare il barile. Insigne deve riposare? Non credo, anche perché penso che Gattuso preparerà una gara con meno dispendio energetico. Magari poi lo tolgo prima ma non farlo partire dall’inizio sarebbe un messaggio non buono. Baggio? Peccato che non sia più nel calcio, potrebbe portare la sua straordinarietà. Forse è troppo schietto per questo calcio pieno di compromessi, troppo più grande di questa mediocrità. Questo calcio non se lo merita uno come Baggio”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Fabrizio Cappella, giornalista.
“Il pensiero va a tutte le partite perché il cammino del Napoli in Europa League può essere davvero lunga, bisogna essere fortunati nel sorteggio e magari azzeccare il sorteggio. La competizione può dare soddisfazioni. Infortuni? Ci sono tante squadre che vivono la stessa situazione del Napoli, come anche il Granada. Spesso abbiamo visto una mancanza di senso di appartenenza, sul fatto di dover essere al 100% in quel momento per quella maglia che si indossa. La speranza è che si sia arrivati anche a questo. I 5′ finali di Lozano sono fisici ma partono dalla testa. Risparmiare Insigne? Dipende sempre dal tipo di obiettivo che ti vuoi porre. Chiaramente è difficile decidere”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Paolo Specchia, allenatore.
“Non si possono inventare cambi di sistema all’improvviso. Osimhen? E’ giovane e deve ritrovare condizione, meglio farlo partire dall’inizio e poi magari toglierlo dopo. Lozano in campo in quei minuti finali? Una necessità, Gattuso in altre condizioni non avrebbe mai fatto quella scelta. Una squadra di rango deve onorare tutte le competizioni alla stessa maniera. Poi magari alla fine si può scegliere cosa prediligere. Adesso il Napoli deve lavorare da squadra: speriamo che i reparti funzionino, la coesione dietro va migliorata”.

Commenti