Vernazza, Pastore, De Paola e Gandini a “Punto Nuovo Sport Show”

Vernazza: “Percentuali di Belgio-Italia? 55-45 per gli azzurri. Le probabili assenze di Eden Hazard e De Bruyne saranno pesantissime per i belgi. Chiesa, con la sua velocità, potrebbe essere l’uomo decisivo”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Sebastiano Vernazza, giornalista del Corriere dello Sport: “Previsioni per Belgio-Italia? Credo che l’Italia parta leggermente favorita, considerando gli infortuni di Eden Hazard e De Bruyne, che non dovrebbero recuperare per la gara contro gli azzurri. Come si è visto nel secondo tempo contro il Portogallo, senza De Bruyne, il Belgio è una squadra lenta e prevedibile. Come sarà la partita? Ci sarà un rovesciamento delle parti, prevedo un’Italia all’attacco e un Belgio arroccato dietro che lancerà lungo su Lukaku e cercherà di distendersi in contropiede. L’Italia dovrà fare attenzione a non sbilanciarsi eccessivamente e sarà fondamentale per gli azzurri il recupero di Chiellini, l’unico in campionato ad aver retto l’urto di Lukaku. Le scelte di Mancini? Difficile fare previsioni, sarà complicato tenere fuori Chiesa, anche se è vero che è stato favorito dal calo fisico degli austriaci nei supplementari. Chiesa, comunque, per la sua velocità può essere un grosso pericolo per la difesa belga, esperta, ma molto lenta. Di Lorenzo e Insigne? Stanno facendo bene, in particolare Di Lorenzo, che è una bella sorpresa. Non mi sta convincendo Mertens, tra i peggiori del Belgio contro il Portogallo. Non mi meraviglierei se contro l’Italia partisse nuovamente dalla panchina”.

Pastore: “Insigne deve consacrarsi definitivamente e l’Europeo è il palcoscenico ideale. Contro l’Austria la sua prestazione è stata appena sufficiente”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Giuseppe Pastore, giornalista de Il Foglio: “Le critiche a Insigne? A 30 anni mi aspetterei la definitiva consacrazione che non ancora è arrivata. Non è mai entrato nella classifica del Pallone d’Oro, mi auguro che ci riesca attraverso questo Europeo. La sua partita contro l’Austria? Ha fatto sicuramente meglio di Berardi, ma non gli darei più di una sufficienza risicata. È partito male, eccedendo nella ricerca del tiro a giro, ma poi è cresciuto, risultando tra i migliori in campo nei tempi supplementari. È indispensabile per Mancini anche perché non ci sono alternative credibili nel suo ruolo”.

De Paola: “L’idea delle maglie autoprodotte potrebbe essere l’ennesima trovata geniale di De Laurentiis. Marco Rossi meriterebbe una panchina in Italia. Se Bašić va alla Lazio, Milinković-Savić potrebbe finire alla Juventus. Ronaldo lascerà i bianconeri e andrà al PSG. Mi piace l’utilizzo limitato e intelligente del VAR agli Europei”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Paolo De Paola, giornalista: “Le maglie autoprodotte dal Napoli? L’idea è anomala, ma nel campo tessile Napoli è all’avanguardia e potrebbe essere una trovata molto intelligente. Leggere ‘Napoli by Armani’ farà sicuramente il suo effetto. Un giudizio su Marco Rossi? La sua favola è bellissima, è una persona pacata e umile, si è rilanciato in Ungheria all’Honvéd e ha restituito credibilità alla Nazionale magiara. Gli darei sicuramente una panchina in Italia, nonostante tanti addetti ai lavori considerino arretrata la sua idea di calcio. Toma Bašić alla Lazio? Ciò significa che Sergej Milinković-Savić andrà alla Juventus. Il futuro di Cristiano Ronaldo? Andrà via dalla Juve, potrebbe accasarsi al PSG con Mbappé al Real Madrid. Il fulcro della prossima Juve sarà Dybala, mentre Milik potrebbe essere il vice Morata. Il mercato del Napoli? Delle cessioni, anche importanti, devono essere fatte. La mancata qualificazione in Champions League è stata figlia pure di una cattiva gestione societaria, come ad esempio gli eccessivi ritardi nel rinnovo di alcuni contratti. Contro il Verona è mancato il furore agonistico necessario per una partita così importante. Il futuro di Insigne? Bisogna sciogliere questo dubbio e decidere una volta per tutte se dovrà essere o meno il fulcro del Napoli nei prossimi 4-5 anni. L’utilizzo del VAR agli Europei? Lo stanno usando con il contagocce ed è un bene, perché in Italia viene impiegato in maniera spasmodica e ciò genera discussioni e dietrologie infinite”.

Gandini: “Il ritorno del Napoli Basket in Serie A è un bene per l’intero movimento cestistico. La scomparsa di Roma è stata un’eutanasia. Nella prossima stagione speriamo che non ci sia bisogno di creare bolle anti-Covid, ma questo dipenderà dall’evoluzione della pandemia”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Umberto Gandini, presidente della Lega Basket Serie A: “Il ritorno del Napoli Basket in Serie A? Innanzitutto vanno fatti i complimenti alla società e al presidente Federico Grassi, che lo scorso anno ha rifiutato la promozione a tavolino promettendo il ritorno nella massima serie sul campo. Le prospettive per la prossima stagione? Malgrado la pandemia, il livello del campionato è molto alto, tutte le squadre sono cresciute, non ci sono solo le grandi corazzate storiche. Siamo contenti per l’arrivo di Napoli, si amplia così il bacino di presenze al Sud. L’assenza di Roma? Per il basket italiano è una grande ferita, la famiglia Toti ha cercato in tutti i modi di trovare sostegno, ma ciò non è avvenuto e quindi ha preferito defilarsi. La scomparsa di Roma è stata di fatto un’eutanasia. Anche il recupero di una regione come il Piemonte sarà fondamentale per l’intero movimento. La formula della prossima Supercoppa? Stiamo definendo i piani, al momento l’idea è di incrementare il numero di partecipanti rispetto al passato. Ci sarà una fase a gironi, non basata sul territorio, ma sul ranking. A Napoli, quindi, ci sarà la possibilità di vedere da subito grandi squadre. La speranza è evitare la creazione di bolle, ma ciò dipenderà dall’evoluzione del Covid”.

Commenti
avatar

Vincenzo Letizia

Giornalista sportivo, nasce a Napoli il 16/02/1972. Tante le esperienze professionali: collaboratore dei quotidiani “IL TEMPO”, “NAPOLI NORD”, “LA VERITA'”, “DOSSIER MAGAZINE”, “CRONACHE DI NAPOLI”, dei mensili “L’OASI” e “IL VOMERESE”. Corrispondente da Napoli del quotidiano “IL GOLFO”, redattore del periodico “CORRIERE DEL PALLONE”, direttore editoriale del settimanale di scommesse sportive 'PianetAzzurro FreeBet'. Responsabile dei servizi sportivi del “CORRIERE DI CASERTA”. Tra i collaboratori del ‘laboratorio di giornalismo e di comunicazione’ diretto da Michele Plastino. Inviato della trasmissione radiofonica “ZONA MISTA” in onda su CRC targato Italia. Più volte ospite alle trasmissioni televisive “Campania Sport” e “PANE E PALLONE” in onda su Canale 21, “ULTRAZOOM” in onda su TCS, “TRIBUNA Sport” in onda su Televomero, “Sotto Rete” in onda su TLA. Ideatore ed opinionista della trasmissione WEB/RADIO 'MONDO CALCIO' andata in onda sulla Tele5 Napoli tutti i lunedì alle 18,00 e i venerdì alle 21,30. Ha curato ogni sabato pomeriggio, intorno alle ore 16,30, la rubrica radiofonica su 'RADIO PUNTO ZERO' (FM 102.00) 'LA BOLLETTA' all'interno del seguitissimo programma 'Zero Magazine' in onda dalle 16:00 alle 19:00 (su www.rpz.it in Live Streaming). Ideatore e conduttore del programma TV 'CALCIOMERCATO & SCOMMESSE MONDIALI' andato in onda su Area Blu TV durante il Mondiale sudafricano. Opinionista fisso del programma TV 'AREA AZZURRI' in onda tutti i martedì alle ore 21 sul digitale terrestre 'AREA BLU TV'. Ospite fisso della trasmissione "SORRISI E PALLONI" in onda su Radio Punto Nuovo e su Capri Event TV. Opinionista della trasmissione televisiva "NAPOLI CALCIO LIFE" in onda su Capri Event TV e TeleCapri Sport. Autore e produttore della trasmissione televisiva "PIANETAZZURRO TV" in onda su RTN. ATTUALMENTE: presidente dell'associazione giornalistica AGiCaV; direttore editoriale del periodico cartaceo “PIANETAZZURRO” ; direttore generale dell'omonimo portale sportivo www.pianetazzurro.it , del sito di cronaca e intrattenimento www.campaniaveritas.it e della guida gastronomica www.golosando.eu