Jorginho merita il Pallone d’Oro più del “lacrimoso” ed ipocrita Leo Messi. Lotta aperta tra calcio ed affari

La vittoria della SuperCoppa Europea lancia Jorginho verso la conquista del Pallone d’Oro. Jorginho ha alzato al cielo il terzo trofeo in meno di tre mesi. Un primato sensazionale quello ottenuto da Jorginho con la maglia del Chelsea e della Nazionale Italiana. Il talentuoso centrocampista ha guidato i Blues alla conquista della Coppa dei Campioni e della SuperCoppa Europea e gli Azzurri di Mancini alla conquista di Euro 2020.

Jorginho non ha certo avuto un ruolo marginale nelle vittorie del club e della nazionale. E’ stato sempre tra i migliori sul terreno di gioco diventando protagonista assoluto anche dal dischetto. Nessuno in Europa ha vinto quanto lui, nessuno come Jorginho merità per risultati, qualità di gioco e leadership il Pallone d’Oro. Jorginho si è tolto di dosso l’etichetta del perdente dopo la stagioni di Napoli di Aurelio De Laurentiis con la guida di mister Sarri

Il trofeo incorona il miglior calciatore della stagione. E nessuno è , per i risultati ottenuti, in grado di competere con Jorginho che dovrebbe vincere a mani basse. Eppure, nonostante i risultati ottenuti sul terreno di gioco, la vittoria di Jorginho non è per nulla scontata. Sul Pallone d’Oro 2021 si proietta l’ombra di Leo Messi appena trasferitosi al Paris S. Germain. L’ex stella del Barcellona,che ha salutato con ipocrite lacrime di coccodrillo, è super sponsorizzato. I poteri forti del calcio lo hanno sempre preferito a chiunque altro anche nelle annate dove non aveva brillato al cento per cento.

E’ molto concreto, pertanto, il pericolo che le ragioni sportive possano per Jorginho esser oscurate dallo straspotere degli sceicchi parigini e dei loro munifici sponsor. Quella tra Jorginho e Messi non è più dunque una semplice sfida sportiva per la conquista del Pallone d’Oro. E’ diventata una guerra tra il calcio vero dove vale quello che si conquista sul terreno di gioco ed il calcio degli affari e delle sponsorizzazioni. Comincia il conto alla rovescia di France Football. Prima la lista delle trenta nomination poi la scelta definitiva ad opera dei giornalisti sportivi di tutto il continente europeo.

Peppe Iannicelli – Optimagazine.com

Commenti