Gli interventi di Maurizio De Giovanni, Giacomo Borrelli e Alfonso De Nicola a Calcio Napoli 24 Live

Lo scrittore Maurizio De Giovanni è intervenuto in diretta a ‘Calcio Napoli 24 Live’ trasmissione in onda su CalcioNapoli24 TV (296 Digitale Terrestre) per parlare delle ultime notizie sul Napoli. Ecco quanto evidenziato da CN24:

“Il prezzo dei biglietti di Napoli-Juventus? C’è un basso indice di considerazione nei confronti dei tifosi, da Spalletti sembrava esserci una inversione di tendenza ma poi alla prima partita di una certa rilevanza mi sembra fuori dal mondo mettere prezzi del genere. Peraltro con capienza ridotta, come se si volesse lo stadio pieno ma con la metà dei tifosi: è una cosa di cattivo gusto che a me non piace, vedere prezzi così. Il Napoli deve ritrovare Napoli, una contiguità con i propri tifosi persa dopo Napoli-Verona. È veramente una occasione persa.

Napoli a punteggio pieno? Un elemento di grande interesse, Napoli-Juventus permetterebbe di dare una forza forse non direttrice per tutto il campionato, ma si potrebbe restare a punteggio pieno e con la Juventus a -8. Sarebbe importante ridurre la squalifica di Osimhen, con lui è tutto un altro Napoli.

Ho visto una identità nel Napoli, che prima non c’era oppure era ondivaga. Mi dispiace che Napoli-Juventus capiti così presto, avrei voluto vedere i nuovi più integrati ed il rientro degli infortunati. Magari però è il momento giusto per affrontare una Juventus ancora alla ricerca di se stessa.

Aver mantenuto tutta la squadra, abbondante ed invidiabile in attacco, è un bene. Penso però che non siano arrivate le offerte che il Napoli pensava di poter incassare per cedere i propri giocatori: pensiamo però adesso al recupero degli infortunati e alla Coppa d’Africa che toglierà al Napoli Koulibaly, Osimhen, Anguissa e Ounas.

Petagna è un fior di giocatore, lo vorrei veder utilizzato con continuità e sono felice che sia rimasto. Può essere una alternativa tattica importante, e ringraziamo il gol fatto contro il Genoa che magari ha cambiato il suo futuro”

——

Il presidente del Club Napoli Ostia, Giacomo Borrelli, è intervenuto in diretta a ‘Calcio Napoli 24 Live’ trasmissione in onda su CalcioNapoli24 TV (296 Digitale Terrestre) per parlare delle ultime notizie sul Napoli. Ecco quanto evidenziato da CN24:

“Napoli-Juventus? Avevo avuto parecchie richieste, ma 50 euro per la curva hanno fatto desistere diversi tifosi che sarebbero venuti con la famiglia. Nei distinti poi non esistono più i biglietti ridotti, mi sembra una situazione un po’ strana: De Laurentiis potrebbe riportare le famiglie allo stadio, ma facendo così non ci riuscirà.

Contattare la società? Cerco di farlo da anni, proprio perchè siamo sul territorio da tanto tempo. Fa dispiacere questa cosa, non è giusto che il tifoso napoletano che prima riempiva il Maradona ora non possa più farlo”

——

Alfonso De Nicola, ex medico sociale della SSC Napoli, è intervenuto in diretta a ‘Calcio Napoli 24 Live’ trasmissione in onda su CalcioNapoli24 TV (296 Digitale Terrestre) per parlare delle ultime notizie sul Napoli. Ecco quanto evidenziato da CalcioNapoli24:

“L’infortunio di Meret? Ho letto che ha una frattura dell’apofisi trasversa di sinistra della terza e quarta vertebra lombare: l’apofisi è una specie di arco che sta posteriormente ed impedisce movimenti dannosi per il corpo vertebrale. È una infrazione, peraltro da un solo lato. Non dovrebbe essere molto grave, ma se si è rotta allora certi movimenti possono essere fatti: ovvero uno scivolamento laterale della vertebra che potrebbe causare uno schiacciamento del nervo sciatico. Questi ultimi vanno controllati.

Tempi di recupero? Normalmente per una frattura sono di un mese, non credo riesca a fare altro per un mese senza avvertire dolore. Un mese, un mese e mezzo e scarsi due mesi per tornare in campo.

Ospina gioca e 24 ore dopo torna a Napoli per giocare contro la Juventus? Ricordo Cavani ai tempi di Mazzarri, non potè giocare dall’inizio ma entrò nella ripresa: la mattina della domenica facemmo rifinitura sotto la pioggia, prima di affrontare il Torino. Si mise a correre in campo, e poi segnò due gol. Conta molto la forza di volontà, se è forte allora si supera ogni difficoltà. Mazzarri disse ‘ma come faccio a farlo giocare’ dopo esser tornato da poche ore e senza allenamenti (ride, ndr). Lui entrò a venti minuti dalla fine e segnò due gol.

Meret? Un grande ragazzo ed un grande portiere, quando ero al Napoli parlava poco ed io cercavo di dirgli cose per caricarlo e per spingerlo a fare la riabilitazione nel migliore dei modi. Un ragazzo eccezionale: un bravo ragazzo, davvero. Quando si fece male la prima volta ci dava poche indicazioni, non parlava e non diceva se provava dolore oppure no. Dovevamo interpretarlo noi. Però si riprenderà benissimo, è un ragazzo impostato”

Commenti