ANTEPRIMA PARTITA Napoli vs Juventus, out anche Lobotka

Dopo la parentesi internazionale, il massimo campionato italiano sta per tornare con una partitissima molto sentita dalla tifoseria partenopea, difatti viene considerata dai napoletani, da sempre, la madre di tutte le gare. Il big match Napoli – Juventus è un classico che non necessita di particolari presentazioni, l’undici di Spalletti è in testa, a punteggio pieno, dopo i primi due turni di serie A e si trova di fronte una Juve con un solo punto in classifica che tenterà in tutti i modi di portare a casa un risultato positivo. Una nuova sconfitta, per i bianconeri di Allegri, sarebbe una catastrofe che li porterebbe a meno 8 dagli azzurri. Come già anticipato in precedenza, sia l’allenatore azzurro che quello della vecchia Signori dovranno fare i conti con diversi infortuni. Il Napoli, ieri, ha perso anche il regista Lobotka, infortunatosi con la Slovacchia. Molto probabilmente il modulo adottato dalle due compagini in campo, dopodomani al Maradona, sarà il 4/3/3. Il tecnico del Napoli schiererà tra i pali Ospina che rientrerà giuso in tempo per giocare la partita.  I due centrali difensivi saranno, come al solito,  Manolas e Koulibaly, mentre sulle corsie basse esterne ritroveremo Di Lorenzo a destra, fresco del gol in nazionale e Mario Rui a sinistra. I problemi di Spalletti sono a centrocampo dove sono indisponibili, Zielinsky, Demme e Lobotka, pertanto ci potrebbe essere il debutto in maglia azzurra del nuovo acquisto Anguissa. In attacco tridente composto da Politano ed Insigne sulle fasce, con Osimhen punta centrale. Mister Allegri, dal canto suo, dovrebbe mandare in campo Szczesny in porta, davanti al quale difesa a quattro formata da Alex Sandro e De Sciglio nelle vesti di terzini, e dalla coppia centrale di difesa  De Ligt-Chiellini. Nella zona mediana probabile impiego di Locatelli, Bentancur e Rabiot. Infine il reparto offensivo sarà composto da  ChiesaMorata e Kulusevski. Qualora l’ex fiorentino non dovesse smaltire il lieve infortunio patito con l’Italia, il suo posto sarà preso da Kean autore, ieri, di una doppietta in nazionale, contro la Lituania, nel 5 a 0 finale. Alla luce di queste indicazioni, le possibili formazioni dovrebbero essere le seguenti:

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Anguissa, Elmas; Politano, Osimhen, Insigne. All. Spalletti
Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Chiellini, De Sciglio; Kulusevski, Locatelli, Rabiot, Bernardeschi; Chiesa, Morata. All. Allegri.

Passiamo adesso ai numeri ed alle curiosità della super sfida del Maradona; cominciano col dire che l’ultimo pareggio tra azzurri e bianconeri sotto il Vesuvio risale a quattro anni e mezzo fa, quando nell’aprile del 2017 le due formazioni, impattarono a Fuorigrotta per 1 a 1. Negli anni successivi due successi della squadra di casa. e due degli ospiti. Guardando le statistiche risulta che azzurri e bianconeri si sono affrontati in serie A in 156 occasioni in cui il Napoli ha raccolto 34 vittorie, 48 pareggi e ben 74 sconfitte. Tenendo presente, vicersa solo gli incontri disputati a Napoli il bilancio è quasi in parità, infatti i partenopei conducono per 24 successi a 23, mentre 27 sono i risultati nulli. Sabato, in quel di Fuorigrotta  la squadra di Spalletti cerca la terza vittoria di fila, in campionato, contro i bianconeri.  Il direttore di gara sarà il Signor Irrati di Pistoia, un arbitro con cui gli azzurri hanno vinto 8 volte su 12 partite da lui dirette.

Commenti