ANTEPRIMA PARTITA NAPOLI – VERONA

Dopo la splendida vittoria europea in Polonia, Il Napoli riprende la marcia, altrettanto splendida in campionato, dove domani, nel tardo pomeriggio, in quel di Fuorigrotta, ospiterà il Verona, per la dodicesima giornata di serie A. Le due compagini si ritroveranno di fronte a distanza di sei mesi da quell’infausto 23 maggio che rappresenta ancora un amaro ricordo per la tifoseria partenopea, delusa per la mancata qualificazione in Champions League, a vantaggio della Juventus, che approfittò del pari interno degli azzurri per scavalcarli in classifica. Quella di domenica si presenta come una partita assai affascinante, visto il potenziale offensivo di Napoli e Verona, due formazioni che stanno proponendo un ottimo calcio in questa prima parte di stagione. La squadra di Spalletti è chiamata a difendere il meritatissimo primato in classifica e potrebbe essere avvantaggiata dallo scontro diretto tra Milan e Inter in programma nella stessa serata di domenica, poco dopo la fine del match tra azzurri e gialloblù. Un eventuale successo dei partenopei metterebbe tanta pressione alle due compagini milanesi, che per paura di perdere si potrebbero accontentare anche di un pareggio, cosa che permetterebbe al Napoli di comandare da solo in vetta alla classifica. Ma veniamo ai probabili schieramenti: il tecnico dei padroni di casa appare intenzionato a confermare l’intelaiatura della squadra che finora sta spopolando. Tuttavia Spalletti non potrà contare sul gigante della difesa Kalidou Koulibaly, squalificato dal giudice sportivo per un turno, dopo l’espulsione di Salerno. Il suo probabile sostituto sarà Juan Jesus che farà coppia con il kosovaro Rrahmani. In attacco si spera di recuperare Victor Osimhen, attaccante essenziale nel gioco degli azzurri. Per il resto, formazione base con il ritorno di Ospina tra i pali. Qualche dubbio invece per l’allenatore scaligero che dovrà scegliere, per la difesa, uno tra Casale Magnani. A centrocampo sicura la presenza di Veloso e Trameze, mentre sulla trequarti ritroveremo  l’inamovibile Barak. Infine, in attacco rivedremo la coppia Caprari – Simeone, con il cholito in grandissima forma. Alla luce di tali indicazioni, ecco le due probabili formazioni:

Napoli (4-3-3): Ospina; Mario Rui, Juan Jesus, Rrahmani, Di Lorenzo; Zielinski, Fabian, Anguissa; Politano; Osimhen; Insigne. All. Spalletti

Verona (3-4-2-1): Montipò; Casale, Gunter, Dawidowicz; Lazovic, Veloso, Tameze, Faraoni; Caprari, Barac; Simeone.

E’ il momento di passare ai numeri di questa sfida, prendendo in considerazioni i precedenti e le statistiche: la formazione azzurra, in massima serie, ha affrontato il Verona all’ombra del Vesuvio,  in  29 occasioni, con un  bilancio nettamente favorevole, avendo collezionato ben  20 vittorie, contro soltanto tre degli ospiti, 6 invece i risultati di parità. Dell’ultima sfida abbiamo già parlato, mentre il primo scontro tra Napoli e Verona, in serie A, è molto datato, infatti era il torneo 1926/27 e gli ospiti vinsero per 1 a 0. I partenopei riuscirono a sconfiggere la compagine veronese, per la prima volta nella storia delle partite giocate in Campania, nel campionato 1928/29 allorché si imposero per 3 a 0. L’incrocio tra queste due formazioni, dopo anni di cadetteria, si ripropose nella stagione 1957/58. Il risultato fu il più rotondo di sempre, infatti il Napoli travolse il Verona per 6 a 0. Tra le partite meno lontane ricordiamo quella  del 1978/79, in cui il famoso bomber soprannominato mister due miliardi firmò l’1-0 della vittoria azzurra. Parliamo ovviamente del grandissimo attaccante acquistato dal Bologna Beppe Savoldi. Come detto, gli scaligeri sono quasi sempre usciti sconfitti dall’impianto di Fuorigrotta, per la cronaca quello di Fuorigrotta non è mai stato un campo facile per gli scaligeri, basti pensare che l’ultimo loro successo è datato 1983, allorquando si imposero per 2-1. Un altro risultato eclatante a favore dei partenopei fu il 6-2 della stagione 2013\2014, che superò il 5-1 del precedente campionato. Per concludere, domani, al Maradona sarà lo scontro numero 59, in serie A, nel capoluogo campano.

Commenti