ANTEPRIMA PARTITA JUVENTUS vs NAPOLI, la madre di tutte le partite

Juventus vs Napoli, rappresenta, da sempre, per i tifosi partenopei, la madre di tutte le partite. Un match sentitissimo tra due rivali ataviche agguerrite da quando esiste il calcio. Quest’anno costituisce il primo posticipo del 2022, relativo al ventesimo turno di serie A. Tuttavia nel giorno della Befana, vedremo allo Stadium, due squadre rimaneggiatissime causa infortuni, covid 19, squalifiche e Coppa d’Africa. Infatti tra le fila bianconere sono indisponibili: Arthur, Bonucci, Chiellini, Danilo, De Winter, Pinsoglio, Ramsey, Soulé, mentre tra gli azzurri mancheranno: Anguissa, Elmas, Koulibaly, Lozano, Osimhen, Ounas, Malcuit. Per Spalletti piena emergenza nel reparto difensivo. Nella Juve l’assenza di due arcigni difensori come Chiellini e Bonucci, non è cosa da poco. Un vero peccato, visto che con le due contendenti al completo sarebbe stata una partitissima spettacolare. Ma tant’è, ormai a fare le formazioni, in questo periodo non sono più gli allenatori, bensì questa maledetta pandemia, gli infortuni e il giudice sportivo. Per l’undici di Allegri l’incontro con la squadra napoletana potrebbe essere il match rinascita. Infatti un eventuale successo avvicinerebbe di molto il quarto posto utile per la Champions, viceversa per Insigne e compagni, un altro passo falso sarebbe letale per il morale e per la classifica. Tentiamo, ora di azzardare le possibili formazioni che scenderanno in campo giovedì alle 20,45 a Torino:

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, de Ligt, Rugani, Alex Sandro; Bernardeschi, McKennie, Locatelli, Rabiot; Dybala, Kean. All. Allegri

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Ghoulam; Lobotka, Fabian Ruiz; Politano, Zielinski, Insigne; Mertens. All. Spalletti

Passiamo ora alle curiosità, ai numeri e alle statistiche della partita: cominciamo col dire che per i padroni di casa il giorno dell’Epifania rappresenta una festività molto favorevole, poichè su 31 precedenti, registriamo ben 20 successi bianconeri. Di contro il Napoli, allo Stadium, ha una tradizione negativa, dato che l’unica vittoria è quella dell‘aprile del 2019 con il famoso colpo di testa di Koulibaly nel finale, nell’anno dello scudetto perduto per le ragioni che tutti conoscono. Per quanto riguarda i precedenti complessivi fra Juventus e Napoli, il bilancio vede nettamente in vantaggio  la compagine non colorata dato che in 177 gare giocate tra serie A, B, Coppa Italia, Supercoppa e Coppa Uefa, i successi dei bianconeri sono stati 84 contro 44. Se poi teniamo presente soltanto le gare disputate nel capoluogo piemontese il vantaggio della Juve è ancora più consistente con 47 vittorie contro 8, 20 i risultati nulli. Nel nuovo stadio, sorto sulle ceneri del Della Alpi, invece, non si registrano pareggi dal momento che in dieci anni, contiamo 9 acuti casalinghi e uno solo degli ospiti.

Commenti