Gli interventi di Giancarlo Padovan, Nino Simeone e Emanuele Calaiò a Calcio Napoli 24 Live

Il giornalista Giancarlo Padovan è intervenuto in diretta ai nostri microfoni durante ‘Calcio Napoli 24 Live’ trasmissione in onda su CalcioNapoli24 TV (296 Digitale Terrestre) per parlare delle ultime notizie sul Napoli. Ecco quanto evidenziato da CN24:

“Le dichiarazioni di Dries Mertens sul rinnovo? Dries ha un’età che Lorenzo Insigne non ha, ha dato il meglio, è innamorato della città ma evidentemente Insigne cercava l’ultimo ingaggio importante della carriera. Mi risulta che Insigne abbia detto di voler rimanere con lo stesso ingaggio, ma la risposta di De Laurentiis è stata negativa. Mi pare bello da parte di Mertens che ci sia attaccamento alla maglia e alla città, dicendosi disponibile a rimanere.

La comunicazione è importante: De Laurentiis apprezzerà le dichiarazioni di Mertens, anche perchè le ha fatte lui e non l’agente. Insigne poteva dare ancora molto al Napoli, invece andrà da un’altra parte: si vada avanti con chi vuole realmente restare.

Resto convinto dell’idea che il Napoli possa vincere lo scudetto, possa far rivedere ciò che ha fatto intravedere ad inizio stagione: recuperando tutti gli indisponibili e la consapevolezza di poter far risultato, può davvero pensare al massimo traguardo anche perchè ha un organico tra i migliori d’Italia assieme all’Inter. Già adesso la classifica sorride, il Milan è a due punti e nel fine settimana potrebbe esserci qualche cambiamento. Però vediamo se si giocherà con la Salernitana, vista la situazione al limite”

Il consigliere del Comune di Napoli Nino Simeone è intervenuto in diretta ai nostri microfoni durante ‘Calcio Napoli 24 Live’ trasmissione in onda su CalcioNapoli24 TV (296 Digitale Terrestre) per parlare delle ultime notizie sul Napoli. Ecco quanto evidenziato da CN24:

“La questione della SSC Napoli? C’è una posizione debitoria, l’ennesima se consideriamo il periodo anche antecedente alla convenzione del 2019: già allora c’era una situazione del genere, messa a posto con la convenzione in uso che regolamenta pagamenti e costi per il club affinché utilizzi lo stadio.

Stiamo ancora vivendo l’emergenza Covid, e questo consente alla SSC Napoli e a tutti coloro che hanno contratti di fitto con gli enti pubblici, di avere una scoutistica. Ma non è che si lascia la cosa così: c’è un importo di 3,4 milioni di euro per le stagioni 2018-2019 fino ad arrivare a questa stagione in corso, il comune di Napoli pretende il saldo da chi utilizza le strutture pubbliche. E non capisco perchè il Comune non abbia fatto una ingiunzione di pagamento al Napoli, o una messa in mora.

Non ce l’ho col Napoli, ma ne faccio una questione di principio. Il club ha avuto delle perdite a causa del Covid, ma la scontistica si chiede al momento. Mi fa arrabbiare che sembra che tutto sia dovuto alla società, è un soggetto privato che deve mantenere gli impegni presi con il Comune di Napoli, come ogni altro privato. È mai possibile che il Napoli debba avere sempre una posizione debitoria? Ho il dovere istituzionale di fare questi accertamenti, ma perchè devo farli solo io?

Le parti si devono sedere ed il Napoli deve pagare ciò che deve pagare: il club deve pagare una somma in danaro rispetto al contratto in affitto per l’uso dello stadio, dovevano farlo già prima e non servivo io a dire che il Napoli debba saldare i debiti. Non è possibile che il cittadino venga chiamato subito dal Comune ed il Napoli no: perchè questa differenza di trattamento?

Pretenderò di vedere un delegato della società in Consiglio Comunale, lo stadio è dei cittadini napoletani e inviterò in Commissione un membro del club per capire perchè si è arrivati a questo punti. Inviterò anche l’assessore competente: dal 2018 a oggi sono passati anni e le carte le ho dovute tirare fuori io, non va bene. Mi fa rabbia la differenza di trattamento: se un’associazione vede il Comune stargli addosso per pochi euro, perchè il Napoli no? Qualcuno mi spieghi il perchè, forse c’è uno status giuridico diverso? Il club ha diritto alla scontistica, ma perchè si parla del fitto di anni fa? Non si poteva chiedere prima?”

L’ex attaccante del Napoli Emanuele Calaiò è intervenuto in diretta ai nostri microfoni durante ‘Calcio Napoli 24 Live’ trasmissione in onda su CalcioNapoli24 TV (296 Digitale Terrestre) per parlare delle ultime notizie sul Napoli. Ecco quanto evidenziato da CN24:

“Napoli-Salernitana? Arrivano al match con due situazioni diverse, uno arriva dalla vittoria e dalla grande prestazione col Bologna, l’altro dal ko in casa contro la Lazio: i granata hanno cambiato proprietà, hanno degli stimoli e poi giocare un derby può dare qualcosa in più per cercare i punti salvezza.

Le parole di Mertens? Dries fisicamente può ancora dire la sua, non è più quello di 3-4 anni che giocava tante partite di seguito: adesso con l’età che avanza è chiaro che si possa tenerlo come alternativa in attacco. Andando via Insigne, Mertens e Koulibaly porteranno avanti la baracca: io Dries lo confermerei, ma devono venirsi incontro lui e la società. Non può rinnovare alle stesse cifre, se ha giurato amore eterno è anche consapevole a dover rinunciare a dei soldi. Dries è un napoletano acquisito, è nella storia del club. Spero che il Napoli abbia un occhio di riguardo per lui e non se lo lasci scappare.

Le difficoltà della Salernitana? Forse sta pagando l’inesperienza in Serie A, ha tenuto la stessa base dello scorso anno e magari pochi giocatori da Serie A. Non sarà facile salvarsi, ma il cambio di proprietà e progetto potrebbe essere un bene anche in caso di retrocessione”

Fonte: CalcioNapoli24

Commenti