NAPOLI-SALERNITANA, LE PAGELLE: ELMAS MARADONEGGIA, MERTENS SEMPRE DECISIVO

MERET SV: Praticamente inoperoso, sull’unico tiro della Salernitana, può poco.

DI LORENZO 6,5: La notizia è che viene sostituito per la prima volta. Solito motorino inesauribile sull’out di destra. (ZANOLI: Qualche buon spunto)

RRAHMANI 6,5: Sempre una sicurezza. Non sbaglia praticamente nulla, complice, oggi, anche la pochezza degli avversari. Per lui terzo gol in campionato con la maglia azzurra.

JUAN JESUS 7: Finalmente il primo gol con la maglia del Napoli, meritato dopo i precedenti annullati. Oggi gli avversari non erano di livello, ma le sue prestazioni sono sempre di livello.

MARIO RUI 5: In una partita improntata principalmente alla fase d’attacco, emergono tutti i suoi limiti tecnici, sbagliando quasi sempre ogni scelta in fase di rifinitura. (GHOULAM

LOBOTKA 7: Fa quello che vuole col pallone, sempre ricercato dai compagni. Un giocatore praticamente trasformato rispetto alla stagione scorsa.

FABIAN 6: Va al tiro in diverse occasioni, ma Belec gli nega la gioia del gol. Qualche disattenzione in fase di impostazione, si fa saltare troppo facilmente nelle uniche due occasioni in cui la Salernitana imbastisce l’azione offensiva in contropiede. (POLITANO)

ELMAS 7,5: E’ in tutte le zone del campo. Maradoneggia in occasione del rigore conquistato sul finale di primo tempo. Jolly tuttocampista, sempre con qualità. E infatti Spalletti lo tiene in campo fino alla fine.

ZIELINSKI 6: Pochi spunti quest’oggi degni di nota, se non per il colpo di testa che propizia subito il terzo gol del Napoli ad inizio ripresa, che di fatto chiude la gara.

LOZANO 5: Non ripete la prestazione di sei giorni fa, non incidendo di fatto per nulla. E infatti il mister lo sostituisce all’intervallo. (INSIGNE 6,5: Pronti via, si conquista e trasforma il rigore, quanto meno generoso, ed eguaglia Maradona con 115 gol con la maglia azzurra)

MERTENS 7: Non solo il rigore che indirizza, di fatto, l’intero match. E lo porta sempre più in alto, a 144 gol con la maglia azzurra. Ma giocate di grandi qualità, come per l’assist per il gol di Rrahmani, sempre nel vivo della manovra, abbassandosi e favorendo gli inserimenti, a turno, di Elmas e Fabian. (OSIMHEN: Entra a partita praticamente chiusa, ma si danna e prova a farsi vedere dai compagni, alla ricerca del gol, ma male e poco assistito dai compagni)

Commenti