Gli interventi di Mimmo Malfitano e Guido Trombetti a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Mimmo Malfitano, giornalista.
“Mese decisivo per il Napoli? Sicuramente, così come sarà proibitivo anche per le squadre che sono impegnate in Champions e in Coppa Italia. Chiaramente il Napoli ha la chance di provare a rosicchiare qualche punto all’Inter in caso di non vittoria nel derby e poi dovrà provare a fare il colpo nello scontro diretto. Quella partita può dare un’esatta dimensione di cosa può essere il campionato da qui a fine stagione. Ribadisco il concetto di inizio stagione: nella lotta per lo Scudetto ci sono Inter e Napoli e lo saranno fino alla fine. Bisogna tenere conto non solo le difficoltà del Napoli ma anche quelle delle altre squadre. Pure l’Inter ha un calendario difficile e complicato. Se il Milan dovesse perdere il derby sarebbe fuori dalla lotta Scudetto. Arriveremo alla fine di aprile con Inter e Napoli si giocheranno lo Scudetto. Di certo questa squadra è inaffidabile, abbiamo sempre voluo essere positivi nei giudizi ma il Napoli non si è aiutato. A dicembre ha sperperato un capitale di punti incredibile. Se il Napoli riesce a essere affidabile, quindi continuo, allora si giocherà lo Scudetto. Koulibaly? Non penso che De Laurentiis gli rinnoverà il contratto a 6 milioni. Se vorrà restare dev’essere consapevole che non potrà farlo a quelle cifre”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Guido Trombetti, professore e accademico.
“Più che immaginare dobbiamo sperare per il Napoli che l’Inter abbia una battuta d’arresto. Io non sono ottimista in chiave Scudetto, 7 punti sono tanti. Il Napoli ha buttato il suo campionato con Spezia, Empoli e Sassuolo, sono 8 punti che gridano vendetta. Noi dobbiamo fare tutto il possibile e quindi vincere in campi come quello del Venezia. Il Napoli per tenere il passo dell’Inter dovrà fare 38 gol fino alla fine del campionato: ma chi li fa? Possibile rinforzare la squadra abbassando il monte ingaggi? No, questo è impossibile. Senza dubbio il Napoli vivrà un ridimensionamento, credo che il Napoli si collocherà sulla scia di squadre come l’Atalanta che fanno campionati eccellenti senza messi incredibili”.

Commenti