Serie B, il Benevento non si ferma ed espugna il Curi di Perugia con un rigore di Forte

Dopo il rotondo 5-0 inflitto al Como, il Benevento è di scena a Perugia in una trasferta non priva di insidie. Gli uomini di Fabio Caserta scenderanno in campo con un morale alto e la volontà di portare a casa un altro risultato positivo. Per dovere di cronaca, comunque, da segnalare un gesto che con il calcio nulla a che vedere: nella giornata di ieri, infatti, il pullman che trasportava i calciatori del Benevento, mentre percorreva l’autostrada E45, è stato colpito da un sasso che ha mandato in frantumi il vetro anteriore. Immediata, comunque, la solidarietà della dirigenza umbra, attraverso una nota ufficiale apparsa sul sito del club.

Tornando al calcio giocato, la Strega conferma la stessa formazione che ha travolto il Como con Lapadula che parte ancora dalla panchina. Pertanto, con Paleari tra i pali, difesa composta da Letizia, Glik, Vogliacco e Foulon. In mediana Tello e Ionita agiranno ai lati di Acampora. In attacco Insigne e Improta daranno una mano a Forte. Padroni di casa che rispondono con ben nove cambi rispetto all’ultima gara disputata. Quindi, con Chichizola in porta, Sgarbi, Angella, Dell’Orco formano il trio difensivo.  Falzerano, Ghion, Segre, Lisi a centrocampo. In attacco Matos e Santoro a sostegno di De Luca. Gara che inizia con cinque minuti di ritardo per le note vicende che in questi giorni stanno interessando l’Ucraina.

Arbitra il signor Abbattista di Molfetta

La gara

Senza grandi emozioni le prime battute di gara. Da segnalare soltanto un tiro di Tello al 4′ che scalda le mani al portiere del Perugia. Risponde il Grifo con un paio di conclusioni di De Luca, tra il 14′ e 24′, che non sortiscono l’effetto sperato. Padroni di casa più propositivi ma il Benevento controlla senza grandi affanni. Santoro per il Perugia ci prova al 39′, tiro che sfiora il palo e mette i brividi a Paleari.  A tempo scaduto proteste del Benevento per un presunto fallo di mano da parte di Angella su colpo di testa di Glik. In un primo momento l’arbitro aveva decretato la fine del primo tempo, ma viene richiamato dal Var e concede il rigore che viene trasformato da Forte con grande freddezza. Vibranti proteste del Perugia.

Nella ripresa miracolo di Chichizola che salva il Perugia al 51′ su una conclusione a colpo sicuro di Forte. Un minuto dopo entra Lapadula al posto di Tello. Rapidi capovolgimenti di fronte e Insigne impegna Chichizola al 54′. Occasione per il Perugia: al 64′, sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Lisi, l’attaccante centra la traversa con un colpo di testa. Il Grifo cerca di creare pericoli alla difesa del Benevento: ci prova con un tiro di Santoro al 69′, ma il pallone termina alto sulla traversa. Serrate finale umbro ma regge il Benevento.

Vicino al gol del pari Sgarbi con un colpo di testa all’81’ sugli sviluppi di un calcio di punizione. Ancora bravo Paleari a respingere in tuffo un tiro di Ferrarini all’85’. Perugia in 10 all’86’: secondo giallo per Kouan che ferma Letizia lanciato in contropiede. Al 90′ Paleari non trtattiene il pallone con le mani ma riesce a rinviare di piede. Al 92′ De Luca, servito da Olivieri, calcia su Glik e spreca una potenziale buona occasione. L’arbitro concede cinque minuti di recupero ma la Strega porta a casa altri tre punti preziosissimi. Terza vittoria consecutiva per gli Stregoni.

Commenti
avatar

Claudio Donato

Claudio Donato, giornalista-pubblicista. Al suo attivo già diverse collaborazioni con varie testate giornalistiche.