LE PAGELLE DEGLI AZZURRI – Di Lorenzo universale, Simeone non delude mai

Meret 6 – Altra serata tranquilla, non deve faticare tanto per tenere la sua porta inviolata.

Di Lorenzo 7.5 – Si sovrappone molto internamente, venendo a dialogare con i centrocampisti e andando lui stesso a rendersi pericoloso in zona offensiva. Interpreta il ruolo di terzino in maniera universale, eccellendo in tutte le fasi di gioco.
(Zanoli s.v.)

Ostigard 6.5 – Qualche imprecisione in fase di impostazione, ma non rinuncia mai a giocare la palla insieme ai compagni, dimostrando buona personalità. Difensivamente è molto concreto, forte soprattutto di testa, fondamentale grazie al quale trova la sua prima rete in Champions.

Kim 7 – Impeccabile nelle letture difensive, insuperabile nei contrasti. L’aria di Napoli deve far molto bene ai difensori.

Mario Rui 7 – Sa sempre quando venire dentro a palleggiare e quando sovrapporsi, muovendosi in armonia con centrocampisti e attaccanti esterni. Continua a sfornare assist al bacio, per la gioia soprattutto di Simeone.

Ndombele 6 – Alterna ottime letture a giocate superficiali. A volte è troppo convinto delle sue qualità fisiche e tecniche, ma le potenzialità per far bene si vedono.

Lobotka 6.5 – Un paio di errori di misura non da lui, ma anche stasera si dimostra un faro imprescindibile per il centrocampo partenoepeo.
(Zielinski s.v.)

Elmas 6.5 – Partita di grande sostanza in mezzo al campo, con pochi fronzoli e tanta lucidità.
(Gaetano 6 – Entra senza timori e si integra bene nelle dinamiche del centrocampo.)

Politano 6.5 – Primo tempo di grande intensità, in tandem con Di Lorenzo a mandare in crisi la retroguardia scozzese. Cala un po’ atleticamente nella ripresa, ma il suo lavoro anche in fase di ripiegamento è ammirevole.

Simenone 7.5 – Pressa con grande agonismo, viene incontro a dialogare e segna sempre ogni volta che viene impiegato. Giocatore che non si può non amare.

Raspadori 6 – Gioca prevalentemente sulla sinistra, anche se nelle prime fasi di gara si accentra molto, dove offre una prestazione di grande applicazione tattica, con qualche squillo offensivo, soprattutto di testa.
(Zerbin s.v.)

Commenti