Pelé è morto a 82 anni dopo una lunga malattia

Edson Arantes do Nascimento noto al mondo come Pelé è morto. Il brasiliano, che è stato uno dei più grandi calciatori della storia, aveva 82 anni. Negli ultimi anni Pelé ha avuto diversi problemi di salute. Il 4 settembre 2021 era stato operato, i medici in alcuni controlli di routine avevano scoperto che aveva un tumore al colon. Nelle ultime settimane le sue condizioni si sono aggravate, le terapie non rispondevano più. Poi a dicembre 2022 la situazione è degenerata, con un ricovero d’urgenza per il tumore che non rispondeva più alla chemio, fino alle notizie ancora peggiori dei giorni seguenti.

Il Brasile lo piange, ma tutto il mondo del calcio è in lutto. Perché Pelé è stato un mito. Un dio (in carne e ossa) del pallone. Lui è l’unico ad aver vinto tre Mondiali con il Brasile, oltre a una marea di trofei. Ha segnato più di mille gol in carriera.Negli ultimi anni il brasiliano è stato purtroppo spesso ricoverato in ospedale. Nel 2014 ci finì a causa di problemi renali, qualche mese dopo venne operato alla prostata. Il 4 settembre 2021 all’ospedale Albert Einstein di San Paolo Pelé è stato operato per un tumore al colon. Da quel momento in poi ha sofferto tanto Pelé. I rumors sulla malattia, inoltre, sono stati infiniti. Le terapie hanno dato risultati fino allo scorso novembre quando Pelé è tornato in ospedale. Le notizie sono state subito allarmanti, si è pensato al peggio prima che la figlia con una serie di post sui social smentisse tutto. Poi  nel dicembre 2022 un altro ricovero d’urgenza ce si è trasformato in qualcosa di ben più serio: O Rei è arrivato in ospedale in stato confusionale, poi ha smesso di parlare. Tutta la famiglia si è stretta vicino al suo caro.

Fanpage.it

Commenti