NEWS

Padovan, Magoni, Cannella, Simeone e Petrazzuolo a Radio Punto Nuovo

Padovan: “Poche squadre sono più forti di questo Napoli, arriverà in semifinale di UCL. Meret titolare in Nazionale? Mancini pare sordo, ma i tempi diranno che anche Donnarumma non è più intoccabile”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Giancarlo Padovan, giornalista: “Anche se il Napoli dovesse frenare ancora con l’Atalanta, non succederebbe nulla di grave. Il vantaggio in campionato è talmente grande che non dovrebbero correre tanti rischi. Quest’anno il Napoli ha vinto tante gare che pensava di pareggiare e questa che pensava di vincerla, invece, l’ha persa. Certo, rispondere con l’Atalanta sarebbe mandare un nuovo messaggio al campionato e alle altre. Il Napoli in Champions? Ho sempre detto dai tempi del girone che sarebbe arrivata tra le prime quattro, giungendo in semifinale. L’Eintracht a breve sarà spazzato via e non credo che ci saranno troppi problemi. Ai quarti molto dipenderà dai sorteggi. Non sono però molti gli avversari che sono più forti del Napoli in questa Champions League, forse 1 o 2 al massimo. Attaccante Italia? C’è un problema numerico in vista di Italia-Inghilterra visti i tanti infortuni. E poi quando gioca, uno come Immobile ha difficoltà a riproporre in Nazionale la qualità che mostra con la Lazio. E poi gli altri che ci sono non ci aiutano e non si aiutano: penso a Kean e a Zaniolo, che hanno avuto problemi di carattere comportamentale e ad essere professionisti seri e competitivi. E poi c’è il problema che tanti allenatori non lanciano i giovani quando servono. Meret titolare in Nazionale? La titolarità di Donnarumma può essere messa in discussione, che viene da una serie di prestazioni negative, ma Mancini avrebbe dovuto sostituirlo già in passato. Non credo però metterà in discussione il posto di Donnarumma. Vicario e Meret sono due che stanno facendo bene e meriterebbero. Invece, su questo Mancini mi pare sordo: i tempi diranno che anche Donnarumma non è più intoccabile in questa Nazionale”.

Magoni: “L’Atalanta al Maradona senza nulla da perdere, può essere la partita di Hojlund. Napoli con la testa all’Eintracht? Spalletti non lo concede”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Oscar Magoni, ex Napoli e Atalanta: “Napoli-Atalanta? Farò il tifo per il bel calcio (ride ndr)… E ce ne sarà tanto, si affronteranno due allenatori coraggiosi e due gruppi pieni zeppi di talento. Sarà una partita molto divertente, ne sono sicuro. Sia Spalletti che Gasperini hanno delle idee molto forti, ma vogliono far giocare le proprie squadre con qualità. Il Napoli ha margine in campionato ma vorrà rispondere, deve fare attenzione però all’Atalanta che al Maradona avrà poco da perdere. Un giocatore che deciderà Napoli-Atalanta? Difficile non scommettere sui soliti noti, entrambe le squadre hanno elementi che possono determinare questa partita in un un modo o nell’altro. Hojlund è un giovane che sta facendo molto bene, magari può essere la sua partita perché avrà gli spazi davanti per fare le sue progressioni e attaccare gli spazi con potenza. Nel Napoli, invece, davvero chiunque può deciderla. La testa già all’Eintracht? Non credo, Spalletti ha il polso della sua squadra e li tiene tutti concentrati. E poi l’Atalanta è una squadra che ti dà stimoli e ti allena bene alla sfida di Champions. Quindi sarà una gara propedeutica alla Champions, è la vigilia perfetta per certi sensi. Giuntoli? Non è una novità, è tra i migliori DS in Italia e lo ha dimostrato anche quest’anno. Ha sostituito i senatori con delle magie, ha costruito una squadra pazzesca. Gli va dato un 10 e lode. D’Amico? A lui va dato un buonissimo 8: il primo anno a Bergamo non era semplice, ma comunque sta tenendo il livello della squadra alta e la prospettiva per il futuro resta importante”.

Cannella: “Hojlund il profilo ideale per il dopo-Osimhen, lo dice il campionato italiano. Lo preferisco a Kolo Muani perché già conosce la Serie A”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Giuseppe Cannella, intermediario e dirigente sportivo: “Napoli-Atalanta è una gara allenante in vista della Champions, ti tiene sul pezzo questo è indubbio. Va detto che però ti toglierà delle energie, ma starà ai giocatori più esperti gestirsi d’accordo con il minutaggio che verrà deciso da Spalletti. Il risultato dell’andata a Francoforte, tuttavia, aiuta. La sconfitta del Napoli? La marcia azzurra finora è stata inarrestabile, uno stop ci poteva stare. Farei attenzione all’Atalanta, che alterna sempre prestazioni positive a prestazioni negative. Se stanno bene, creano grossi problemi a chiunque. Gasperini si esalta poi in sfide del genere. Consiglieri Hojlund al Napoli? Il campionato italiano dice questo, che Hojlund è il profilo adatto per la filosofia tecnica e societaria del Napoli. E’ quello che ha impressionato di più per somiglianza al gioco di Victor Osimhen. Kolo Muani? Quando arrivi da un altro campionato ti devi sempre adattare, mentre Hojlund è già svezzato sotto questo punto di vista. Kvaratskhelia e il suo futuro? E’ sul taccuino dei DS europei da tanto tempo, ancor prima del suo arrivo al Napoli. Giuntoli è stato audace e capace nell’assicurarsi un calciatore che è una Mercedes nuova di zecca. State sicuri che i club che hanno le risorse economiche per prenderlo, lo stanno già osservando. Poi bisognerà vedere se terrà lo scotto con i nuovi campionati: chi lo valuta sa bene quale siano i difetti ancora persistenti nel gioco di Kvara, anche se lui riesce ad esaltarsi come pochi. Lobotka e il mercato? Riceve e sviluppa il gioco come pochi, ma con Spalletti persino uno così può essere sostituito. E’ un buon giocatore, ma è un ’94 e non so quali dei grandi club farebbero follie per lui”.

Comune di Napoli, cons. Simeone: “Consiglieri comunali di Francoforte chiedono l’esclusione del Napoli dalla Champions, ma pensassero a loro che rischiano di uscire davvero. Dinanzi alla sicurezza non si scherza. Divieto di bandiera allo stadio è una scemenza!”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Nino Simeone, consigliere al Comune di Napoli: “Quando ci sono limitazioni come quelle imposte ai tifosi dell’Eintracht, bisogna sempre riflettere. Se il Ministero degli Interni ha deciso di interdire questa trasferta, un motivo ben chiaro ci dovrà pur essere. Dalla Germania c’è stato più di uno scivolone da qualche consigliere comunale tedesco, invito loro a non perdere il proprio aplomb e non sparare sentenze da tifosi. L’esclusione del Napoli dalla Champions è qualcosa da non richiedere in queste sedi, piuttosto pensassero alla propria squadra che rischia davvero di andare fuori dalla competizione. Quando c’è un tavolo per l’ordine pubblico, non si scherza e si resta seri. Piuttosto zoomerei anche sulla questione dei controlli al Maradona. Non sono state concesse le bandiere ai tifosi del Napoli e questa è una scemenza! Poi ci sono stati ben nove botti sparati dai tifosi laziali, non controllassero nel dettagli soltanto i napoletani… Il tifoso medio napoletano è un tifoso godereccio e carnale, il nostro è un tifo semplice e popolare. Le frange ultras non vanno mischiate al tifo di tutti i giorni, quindi non bisogna essere troppo restrittivi. Tante cose potrebbero essere superate, ormai chi vive lo stadio vede che le tribune sono piene di famiglie e ragazzini. Chi si occupa della sicurezza fa bene a tenere sempre alta la tensione, ma non bisogna poi esagerare e spegnere lo stadio Maradona. Abbiate pazienza tutti”.

Petrazzuolo: “Contro l’Atalanta, il Napoli mostrerà una bella reazione, senza pensare troppo all’Eintracht. Gasperini non farà come Sarri al Maradona”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Antonio Petrazzuolo, direttore di NapoliMagazine.com: “Non spaventiamoci per l’assenza di Osimhen o il risentimento di Lozano, sono normali dinamiche della settimana. Contro l’Atalanta il Napoli mostrerà una bella reazione, senza pensare troppo all’Eintracht. Gli azzurri vogliono rispondere dopo la sconfitta con la Lazio, che nella sconfitta contro l’AZ in casa ha pagato lo sforzo nervoso e fisico fatto al Maradona. Forse per loro sarebbe stato meglio giocarsela col Napoli ed essere più chiusi con l’AZ per andare avanti nella competizione. Sabato mi aspetto un’Atalanta che non farà troppi calcoli, seppur ha sofferto tanti passi falsi. Non credo che Gasperini farà come Sarri a Napoli, snaturandosi e chiudendosi. Se la giocherà a viso aperto. Il Napoli, invece, continuerà ad essere sé stesso. Già contro la Lazio, gli azzurri avevano comunque mostrato cose importanti, maturando anche una doppia occasione pericolosa. Lo 0-0 sarebbe stato il risultato più giusto, la sconfitta è stata un caso. Il Napoli era sul pezzo anche contro la Lazio, è mancata solo un po’ la lucidità. Sabato con l’Atalanta ci giungono voci che rivedremo il tifo organizzato nelle curve. Immagino un atteggiamento diverso, anche adesso che è terminata la squalifica dei tifosi in trasferta”.

Commenti
Segui il canale PianetAzzurro.it su WhatsApp, clicca qui
avatar

Vincenzo Letizia

Giornalista sportivo, nasce a Napoli il 16/02/1972. Tante le esperienze professionali: collaboratore dei quotidiani “IL TEMPO”, “NAPOLI NORD”, “LA VERITA'”, “DOSSIER MAGAZINE”, “CRONACHE DI NAPOLI”, dei mensili “L’OASI” e “IL VOMERESE”. Corrispondente da Napoli del quotidiano “IL GOLFO”, redattore del periodico “CORRIERE DEL PALLONE”, direttore editoriale del settimanale di scommesse sportive 'PianetAzzurro FreeBet'. Responsabile dei servizi sportivi del “CORRIERE DI CASERTA”. Tra i collaboratori del ‘laboratorio di giornalismo e di comunicazione’ diretto da Michele Plastino. Inviato della trasmissione radiofonica “ZONA MISTA” in onda su CRC targato Italia. Più volte ospite alle trasmissioni televisive “Campania Sport” e “PANE E PALLONE” in onda su Canale 21, “ULTRAZOOM” in onda su TCS, “TRIBUNA Sport” in onda su Televomero, “Sotto Rete” in onda su TLA. Ideatore ed opinionista della trasmissione WEB/RADIO 'MONDO CALCIO' andata in onda sulla Tele5 Napoli tutti i lunedì alle 18,00 e i venerdì alle 21,30. Ha curato ogni sabato pomeriggio, intorno alle ore 16,30, la rubrica radiofonica su 'RADIO PUNTO ZERO' (FM 102.00) 'LA BOLLETTA' all'interno del seguitissimo programma 'Zero Magazine' in onda dalle 16:00 alle 19:00 (su www.rpz.it in Live Streaming). Ideatore e conduttore del programma TV 'CALCIOMERCATO & SCOMMESSE MONDIALI' andato in onda su Area Blu TV durante il Mondiale sudafricano. Opinionista fisso del programma TV 'AREA AZZURRI' in onda tutti i martedì alle ore 21 sul digitale terrestre 'AREA BLU TV'. Ospite fisso della trasmissione "SORRISI E PALLONI" in onda su Radio Punto Nuovo e su Capri Event TV. Opinionista della trasmissione televisiva "NAPOLI CALCIO LIFE" in onda su Capri Event TV e TeleCapri Sport. Autore e produttore della trasmissione televisiva "PIANETAZZURRO TV" in onda su RTN.ATTUALMENTE: presidente dell'associazione giornalistica AGiCaV; direttore editoriale del periodico cartaceo “PIANETAZZURRO” ; direttore generale dell'omonimo portale sportivo www.pianetazzurro.it , del sito di cronaca e intrattenimento www.campaniaveritas.it e della guida gastronomica www.golosando.eu