Contro la Roma ci sarà il tutto esaurito al San Paolo

La nuova sfida degli azzurri è la«riconquista» del San Paolo. Le tre vittorie negli ultimi quattro turni di campionato hanno ridestato i tifosi depressi ma non è bastato per riportarli in massa allo stadio. Occorre ricevere conferme da Bergamo, dove pulserà un piccolo cuore azzurro (non più di 200 tifosi, sino a ieri venduti circa 70 biglietti settore ospiti). Intanto però il 6-2 al Verona ha già riavvicinato i tifosi a Fuorigrotta,visto che ieri, nel primo giorno di prevendita dei biglietti per Napoli-Roma, si sono formate diverse code ai botteghini del San Paolo, nonostante la commercializzazione fosse limitata ai soli possessori di Tessera del Tifoso e della card Fan-Away del Napoli. File significative per circa un’ora a metà mattinata: la situazione si è sbloccata solo dopo mezzogiorno, consentendo una prevendita meno caotica. Sono già più di duemila i tagliandi staccati, considerando anche i punti Lottomatica. Le indicazioni maggiori (e la vera corsa al biglietto) ci saranno da oggi, visto che parte la vendita«libera» (si va dai 25 euro delle Curve agli 85 della tribuna Posillipo), con esclusione dei residenti del Lazio, ai quali è precluso l’acquisto anche in possesso della relativa tessera del tifoso. È praticamente scontato il superamento del record stagionale in campionato (35.251 spettatori nella gara col Chievo) e si conta di incrementare una media che, con 25.838  è, addirittura, la settima della massima serie (dopo Milan, Roma, Juve, Inter, Fiorentina e Lazio) dopo aver goduto della piazza d’onore nella scorsa stagione (seconda con 40632 unità alle spalle solo dell’Inter). Fa specie constatare che negli otto anni di serie A del Napoli di De Laurentiis si è passati dal punto più alto (oltre 180 mila spettatori) dello scorso campionato al punto più basso (103.350) di quello attuale, con riferimento alle prime 4 gare interne.

Il Mattino

Commenti

Questo articolo è stato letto 346 volte