Iezzo: “Grava un esempio, Il Napoli non deve guardare alle statistiche ma andare avanti partita per partita”

IezzoGennaro

 

 

L’ex capitano azzurro Gennaro Iezzo è intervenuto a ClubNapoli AllNews su Teleclubitalia. Queste le sue dichiarazioni ai nostri microfoni: “Il San Paolo è una bolgia anche con la pista, figuriamoci a toglierla. Credo che al di là di tutto questo il Napoli abbia bisogno di uno stadio all’avanguardia per regalare ai tifosi un’emozione diversa, nulla togliendo a quel San Paolo che ha dato emozioni incredibili a me. Se si riuscisse a modificare il San Paolo sarebbe fantastico, ma se continuano ad esserci problemi di viabilità come quelli di Fuorigrotta si risolve comunque poco per le famiglie, quindi si potrebbe cambiare luogo. Grava? Gianluca è stato un ragazzo che al di là delle sue doti tecniche è sempre rimasto umile. Un grande tifoso del Napoli, uno attaccato alla città, al lavoro. Ama il calcio come quelli che davvero vogliono raggiungere traguardi importanti e ci è riuscito. Merita ancora di più di quanto stia facendo ora, ha portato una mentalità vincente anche nel settore giovanile. Napoli ha bisogno dei suoi giovani, speriamo riesca a portarne qualcuno in società. E’ bello indossare la maglia del Napoli da napoletano, ma alcune volte diventa pesantissimo. Giocare dove ha giocato Maradona è sempre un’emozione ma una grande responsabilità, ti spinge ad andare avanti nonostante l’età alcune volte, come è successo a me. Secondo me il Napoli deve pensare ad andare avanti partita per partita, senza guardare alle statistiche. Credo abbia una rosa ambiziosa e possa rubare ancora qualche punto sulla Roma, l’unica squadra che potrebbe dare davvero fastidio agli azzurri penso sia la Lazio”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 727 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!