Vazquez e Hamsik, scintille al Barbera

Hamsik_DMF_7753 Napoli-Slovan Bratislava 11/12/2014 foto De MartinoQuestione di talento. Quello vero, che spesso incanta e talvolta è in grado di fare la differenza. Qualità per serate importanti, come quella della Favorita. Palermo-Napoli sarà un incrocio di qualità, una sfida tra due squadre che stanno garantendo spettacolo al campionato con le giocate dei propri gioielli. Ci sarà il confronto Dybala-Higuain, maestri del gol. Il loro valore somma una settantina di milioni (40 il napoletano, 30 il palermitano) e i due saranno al centro del mercato.
ISPIRATORI Ma la notte di Palermo avrà bisogno del talento di Marek Hamsik e Franco Vazquez. Una responsabilità pesante, come potrà essere il risultato di questa sfida. Il Napoli è sbarcato in Sicilia col chiaro intento di continuare la serie di vittorie: sono quattro di fila. E se Benitez vincesse anche la quinta, per una notte si troverebbe a -1 dalla Roma. Il Palermo, invece, vorrà evitare un nuovo scivolone dopo quello di domenica, con la sconfitta a San Siro contro l’Inter. Le motivazioni non mancheranno. L’idea di alimentare la classifica intriga entrambi gli ambienti. L’ha detto Hamsik, che l’obiettivo resta quel secondo posto che sembrava irraggiungibile e che adesso, invece, è soltanto a 4 punti.
SIMILITUDINI Franco Vazqez gioca da trequartista, alle spalle di Dybala, così come lo slovacco del Napoli agisce alle spalle di Higuain. Ma, fondamentalmente, sono due mezzali abilissime a inserirsi negli spazi aperti dai compagni. In fase di possesso palla, invece, l’organizzazione del gioco rientra nelle rispettive competenze. Non è casuale che il talento di Dybala venga alimentato dalle intuizioni del compagno, così come il Pipita e Gabbiadini provano a concretizzare i suggerimenti di Hamsik. Slovacco che, tra l’altro, ha un «debole» per il Palermo.
SETTE RETI Quella rosanero è la squadra a cui il centrocampista ha realizzato più reti: 7, in 13 partite disputate, 4 delle quali nelle 6 giocate al Barbera. Con Gargano e De Guzman a coprirgli le spalle, Hamsik sta ritornando ai suoi livelli, anche se gli manca il gol. E la trasferta di Palermo arriva nel momento giusto, perché potrebbe servire al Napoli per consolidarsi al terzo posto e per permettere al suo capitano di ritrovarsi sotto rete. Meglio di lui, in ogni modo, ha fatto Franco Vazquez che nelle 21 partite disputate fin qui ha segnato 6 reti. Lui che era stato in procinto di essere ceduto, la scorsa estate, è divenuto uno dei punti di forza del Palermo, sostenuto da Giuseppe Iachini, che gli ha concesso fiducia dal primo momento. Fiducia che l’argentino ha ricambiato prendendo per mano la squadra e sistemandola a pochi punti dalla zona Europa. Già, l’Europa, quel traguardo che non dovrebbe sfuggire al Napoli, impegnato a difendere il terzo posto e, quindi, la possibilità di giocare il preliminare di Champions. Riportare l’Europa League, a Palermo, sarebbe invece un punto di partenza per un progetto che avrà proprio in Vazquez il suo punto di forza, data per molto probabile la cessione di Dybala.

La Gazzetta dello Sport

Commenti