Inter, Icardi preoccupa Mancini: è in forse per il Napoli

MILANO  –  Allarme in casa Inter: Mauro Icardi soffre di un principio di affaticamento. La notizia agita l’ambiente nerazzurro, così come il tecnico, che sta già pensando a come sostituire l’argentino in caso di forfait. L’idea di base resta quella di non rischiare il giocatore contro il Napoli domenica sera, perché il 12 marzo  –  4 giorni dopo la sfida di campionato – c’è l’andata degli ottavi di Europa League contro il Wolfsburg. E, in coppa ancor più che in campionato non si può sbagliare. La decisione finale, comunque, sull’utilizzo o meno del centravanti sarà presa solo dopo la rifinitura di sabato. Icardi per ora resta in forte dubbio, chi invece dovrebbe sedere in panchina al San Paolo è Mateo Kovacic. “Con Mancini ho un buon rapporto come tutti gli altri giocatori”, dice a sky il centrocampista, che sul proprio presente affianca il suo pensiero a quello dell’allenatore interista. “Non si può costruire una squadra su un ragazzo giovane. E, poi, in una squadra contano tutti, non solo il singolo”, aggiunge il calciatore.

IN ITALIA TROPPE CRITICHE  –  “Tanti giocatori sbagliano partita o non giocano bene, ma in Italia si critica tanto”, sottolinea il croato proseguendo: “Io non ci penso. Sono arrivati nuovi giocatori ma la concorrenza fa bene e può solo aiutare”. E ancora: “I gol? Non do peso ai gol che faccio, era la gente che parlava, è importante che la squadra giochi e io che io stia bene. Non abbiamo fatto quello che volevamo, ma ci sono ancora tre mesi, possiamo ancora fare molto. Anomalo che non arrivassero i gol? Con Stramaccioni giocavo un po’ più dietro, adesso gioco più avanti, per questo sono arrivati”.
 

Inter

serie A
Protagonisti:
mauro icardi
mateo kovacic
Roberto Mancini
Fonte: Repubblica

Commenti