Lazio, Pioli: ”Il secondo posto non è un tabù”

ROMA – Vincere contro il Torino, per ottenere il quinto successo consecutivo e soprattutto per continuare l’inseguimento al secondo posto dei cugini. Non pronuncia queste parole, Pioli, ma il concetto espresso non lascia spazio a interpretazioni: “Noi continuiamo con la nostra mentalità, ossia che la prossima partita è sempre la più importante. Il secondo posto non è un tabù, pensiamo a vincerle tutte e se ci riusciremo arriveremo in alto”.

PIOLI: “LA CLASSIFICA? CONTA SOLO LA POSIZIONE A FINALE”  –  Non si tira indietro il tecnico della Lazio, che non crede possano esserci problemi nel gestire l’entusiasmo del momento: “Ho visto la squadra concentrata durante la settimana. Siamo consapevoli dei nostri mezzi e delle situazioni che ci stanno portando dei vantaggi. Dal punto di vista personale penso solo a lavorare più e meglio di prima. Conterà il risultato finale per valutare ciò che abbiamo fatto”. Contro il Torino la Lazio potrà sfruttare la stanchezza dei rivali, reduci dalla trasferta a San Pietroburgo: “È sicuramente un vantaggio, quasi tutte le nostre concorrenti stanno giocando di più. Mi aspetto una partita complicata, abbiamo analizzato i loro pregi e dove li possiamo mettere in difficoltà”.

“ALLENO PRIMA DI TUTTO UN GRANDE GRUPPO”  –  Per riuscirci si affiderà al 4-3-3, con il centrocampo formato da Cataldi, Biglia e Parolo, al rientro dalla squalifica. In panchina torna Lulic, di nuovo convocato dopo oltre due mesi: “Parte con noi, sono contento anche se gli manca un po’ di lavoro nelle gambe. Possibile dualismo con Cataldi? Sono aperto a tutte le possibilità, ho tanti giocatori ed è chiaro che prima Senad deve trovare il ritmo. Comunque sono due giocatori dalle caratteristiche diverse tra loro”. Infine un giudizio sul gesto di Radu e Mauri di cedere la fascia da capitano al giovane Cataldi nel finale della partita con la Fiorentina: “Nel corso della partita non ci avevo fatto caso. Quando accadono queste cose in modo spontaneo è sempre bello. È l’ennesima testimonianza che alleno un grande gruppo”.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3)  –  Marchetti; Basta, De Vrij, Mauricio, Radu; Cataldi, Biglia, Parolo; Felipe Anderson, Klose, Mauri. All. Pioli.

ss lazio

serie A
Protagonisti:
Stefano Pioli
Fonte: Repubblica

Commenti