Roma, Capello non ci sta: “Basta con tribunali improvvisati dai tifosi”

SHANGHAI – Fabio Capello scende in campo contro le prevaricazioni della tifoseria. Coerentemente con quanto espresso già in passato quando sedeva sulla panchina di un club, l’attuale commissario tecnico della Russia ha un duro giudizio su quanto accaduto a Trigoria, dove è comparso uno striscione offensivo contro il presidente James Pallotta. Una parte della tifoseria della Roma non ha infatti digerito la presa di posizione del numero uno giallorosso sugli striscioni contro la madre di Ciro Esposito all’Olimpico, che hanno portato il giudice sportivo a chiudere per un turno la Curva Sud. Il presidente Pallotta definì “fottuti idioti” gli autori degli striscioni e nel centro sportivo del club capitolino è apparso uno striscione molto duro: “This fucking idiot gonna pay you, mother fucker”.

CAPELLO: “BASTA CON TRIBUNALI IMPROVVISATI DAI TIFOSI” – “Lo striscione contro Pallotta punto di non ritorno? Dovrebbe essere il punto di non ritorno per tutti. A partire da questi momenti. Io l’ho sempre detto, l’ho sempre fatto. Probabilmente ero uno dei pochi che aveva il coraggio di dirlo – afferma l’ex tecnico della Roma da Shanghai per i Laureus Awards – Una delle cose più brutte che mi è capitata nel calcio è quando, dopo la sconfitta che subimmo contro l’Atalanta, arrivarono i tifosi della Roma, gli ultras, e noi dovemmo andare lì di fronte. Io ero assolutamente contrario a questa decisione, però il presidente disse che dovevamo fare questo ed essendo un dipendente ho accettato, ma malvolentieri, infatti rimasi molto lontano dalla rete, andò a parlare Totti e basta”. Per Capello non devono esistere dei tribunali improvvisati da parte dei tifosi. “Dobbiamo essere giudicati per quello che facciamo e non davanti a dei tribunali inventati da persone con la fedina penale non puramente pulita – le sue parole -. E’ il limite principale in tutti i posti, non solo a Roma, non vedo per quale motivo uno deve fare questo. Sono dispiaciuto che questo succeda continuamente e non si prendano delle decisioni serie”.

“JUVE PUO’ ARRIVARE IN FONDO A CHAMPIONS, OCCHIO A MONACO” – Non può mancare, dall’alto della sua esperienza, un commento sulla Juventus di Massimiliano Allegri, che affronta questa sera il Monaco nella gara di andata dei quarti di finale di Champions League. “La Juventus può arrivare fino in fondo quest’anno in Champions League. In difesa non ha problemi, e lo ha dimostrato. Anche in attacco ha trovato tante soluzioni, quindi credo che possa andare avanti – il giudizio dell’allenatore che in carriera ha guidato anche i bianconeri e mette in guardia Buffon e compagni – Stiamo attenti al Monaco, che è una squadra molto bene organizzata, che ha delle buone qualità e che non regala niente e in Champions ha fatto sempre molto bene. Non sottovalutiamo questa squadra, tutt’altro”.

“IL NUMERO 1 DEL MONDO E’ MESSI, RONALDO GRAN GOLEADOR” – Nella carriera di Fabio Capello una tappa importante è stata anche il Real Madrid, che il tecnico friulano giudica in grado del bis nella competizione europea più importante. Per la gioia di Carlo Ancelotti…  “E’ un grande tecnico, ma a Madrid comanda Florentino Perez. Per me il Real è la mia favorita per la Champions, sono un tifoso dei blancos e li vedo sempre favoriti, ma anche il Bayern Monaco è molto forte”, l’opinione del ct della Nazionale russa, che è tradizionalista e la pensa come il resto del mondo a proposito del calciatore più forte del globo. Ovvero Lionel Messi e Cristiano Ronaldo. “Il migliore è assolutamente Messi. E’ il giocatore con più fantasia, è il più creativo, palla al piede è unico e fa cose che nessuno riesce a ripetere. Ronaldo invece – conclude Capello – è un grande goleador”.

calcio

serie A
as roma
Protagonisti:
fabio capello
Fonte: Repubblica

Commenti