De Laurentiis: «Caro Benitez ti prendo 3 big ma sabato dimmi se resti a Napoli»

Wolfsburg-Napoli De LaurentiisAvrà sentito la necessità di fare chiarezza, di mettere fine alle tante indiscrezioni che stanno riempiendo le giornate napoletane e che hanno aperto ad una serie infinita di discussioni e pettegolezzi. Così, Aurelio De Laurentiis ha scelto KissKissNapoli, la radio del club, per fare il punto sugli argomenti più caldi del momento. «Sabato mi incontrerò nuovamente con Benitez per definire il futuro tecnico. Se dovesse restare, sarò l’uomo più felice del mondo, altrimenti ne troveremo un altro di pari livello», ha rivelato a proposito del rinnovo del contratto dello spagnolo. Il presidente del Napoli ha confermato l’incontro di lunedì, con Benitez, avvenuto a Castelvolturno. S’è trattato di un primo riavvicinamento dopo due settimane di gelo. I due hanno discusso del business plan e delle altre condizioni poste dall’allenatore per rimanere. «Gli ho detto che può restare un anno o altri cinque, che i suoi potranno vivere a Roma, così sua figlia potrà studiare nella scuola inglese. Mi ha risposto che dovrà parlarne con la famiglia e ci rivedremo sabato. Poi, ho incontrato Bigon ed abbiamo ratificato il rinnovo di Maggio per altri tre anni, ha vissuto un grande percorso con noi e merita questo regalo», ha spiegato De Laurentiis.
TRE TOP PLAYER I due hanno trattato anche l’argomento mercato, lunedì. Il presidente ha promesso tre acquisti top, giocatori di livello europeo, tra cui il ritorno di Reina, ma molto dipenderà da questa stagione. «Se dovessimo partecipare alla prossima Champions avremo più risorse, ma non sostituirò i nostri campioni: serviranno tre acquisti per essere ancora più competitivi», ha garantito De Laurentiis. Che ha poi chiarito: «L’anno scorso sono stati investiti oltre 90 milioni e quest’anno abbiamo preso Koulibaly, Strinic e Gabbiadini: comprare per comprare come piace ai tifosi non mi sta bene, devo stare attento ai numeri e quest’anno chiuderemo per la prima volta in rosso per la mancanza della Champions».
QUESTIONE STADIO Entro fine maggio, verrà presentato al Comune di Napoli il progetto per ristrutturare il San Paolo, che Benitez vorrebbe quanto più vicino al modello inglese. «Per lo stadio ci siamo già attivati con gli stessi architetti dello Juventus Stadium, se tutto va bene e se il Comune non ci farà perdere tempo, consegnando il progetto il 31 maggio, il primo marzo dell’anno prossimo potrebbero iniziare i lavori. Il Napoli non è secondo a nessuno e Benitez è un grande allenatore che ci porterà lontano. Daremo al popolo napoletano uno stadio degno di chiamarsi tale senza muoverci da Fuorigrotta». De Laurentiis ha provato a rasserenare l’allenatore spagnolo anche per quanto riguarda le strutture per l’attività del settore giovanile. «Ho trovato una situazione di 8 ettari per costruire una grande struttura, ci stiamo lavorando: oltre ai campi i ragazzi avranno a disposizione albergo e foresteria».

La Gazzetta dello Sport

Commenti