Juventus, Allegri: ”Preso gol alla loro prima azione, ma ora non parliamo degli assenti”

TORINO – “Quello che mi è piaciuto di più della squadra è che ha cercato di vincere, dando grande pressione per 70 minuti. Poi ci siamo disuniti e abbiamo preso gol alla loro prima azione”. Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, commenta così la clamorosa sconfitta casalinga con l’Udinese.

“CI DISPIACE” – “Anche nel primo tempo abbiamo avuto delle occasioni – aggiunge Allegri ai microfoni di Sky – Ci dispiace, volevamo iniziare bene il campionato ma dobbiamo avere pazienza, anche perché oggi mancavano tanti giocatori”. “C’era da avere più qualità in mezzo e ho messo Dybala per Coman, poi Llorente per i palloni alti, loro con Zapata per Di Natale hanno messo un uomo adatto ai contropiede – sottolinea Allegri – Coman? E’ un ’96, ha fatto buone cose, gli manca la fase realizzativa ma nel primo tempo ha fatto buone giocate. Deve crescere, come altri giocatori arrivati quest’anno”.

“NON HA SENSO PARLARE DEGLI ASSENTI” – “Dispiace perdere la prima ma abbiamo tutto il campionato per recuperare – ricorda l’allenatore toscano a ‘Premium Sport’ – Forse dovevamo allungarci un pochino di meno, su questo dobbiamo migliorare perché con i giocatori che abbiamo il gol può arrivare anche senza che ci sbilanciamo troppo. La rosa è all’altezza di fare un campionato di primo ordine, è normale che quando hai tanti giocatori nuovi ci voglia un attimo per affinare i meccanismi. Fisicamente stavamo bene, dobbiamo migliorare nella consapevolezza nei nostri mezzi. Manca un vero sostituto di Pirlo? Continuare a parlare di Andrea, Tevez e Vidal non ha senso. Nel mondo ci sono pochi giocatori come Andrea e chi ce li ha se li tiene. Dobbiamo crescere e magari spostare il gioco da un’altra parte. Siamo forti, possiamo far gol senza doverci per forza disunire. Pereyra potrebbe essere soluzione sulla trequarti, ma il problema e’ che in un anno ci sono oltre 50 partite e non può giocare un giocatore solo”.
BONUCCI: “POCO CINISMO PER CHIUDERLA” – “Perdere così non piace a nessuno. L’Udinese ha fatto il primo tiro in porta nella ripresa e ha fatto gol. A noi è mancato il cinismo per chiudere una partita complicata, non siamo stati bravi sottoporta. Ora ci aspetta una gara difficile, ma andiamo a Roma consapevoli della nostra forza”. Queste le parole di Leonardo Bonucci, difensore della Juventus, ai microfoni di Sky Sport dopo il ko con l’Udinese. “Noi pressiamo in avanti e non ci facciamo prendere dalla frenesia del gol, ma stasera siamo stati meno bravi nel concludere – ha proseguito Bonucci -. Dobbiamo avere pazienza, per noi è un anno di transizione ma non per questi partiamo battuti, anzi”. juventus

serie A
Protagonisti:
massimiliano allegri
Fonte: Repubblica

Commenti