Sampdoria-Palermo 2-0, Soriano e Ivan regalano la prima gioia a Montella

GENOVA – La Sampdoria batte 2-0 il Palermo e conquista, oltre ai 3 punti, una importantissima boccata d’ossigeno per scacciare la crisi e affrontare la sosta natalizia che porterà al derby del 6 gennaio con una grande iniezione di fiducia. Decisivi i gol nella ripresa di Soriano e Ivan, con Cassano e Muriel in versione assist-men.

LA CRONACA, CASSANO PREFERITO A MURIEL – ”O Cassano o Muriel” aveva detto alla vigilia Montella, che sceglie l’esperto attaccante barese, mentre torna dal 1′ De Silvestri. Ballardini rilancia dall’inizio Gilardino, preferito a Djurdjevic, e recupera Chochev a centrocampo. Partita con buoni ritmi, anche se le occasioni sono poche. E’ una Samp senza punte, non c’è il terminale offensivo perché Cassano cerca di non dare punti di riferimenti ai centrali del Palermo. Così il più pericoloso è Fernando con un paio di conclusioni dalla distanza, su cui però Sorrentino è attento. Prende fiducia la squadra di Ballardini che punta sulle giocate dei suoi trequartisti: sia Vazquez che Trajkovski saltano spesso l’uomo e ci sono delle proteste per un contatto in area tra Gilardino e Cassani: poteva starci il rigore. La prima frazione termina senza gol.

PREMIATA DITTA CASSANO-SORIANO – Nella ripresa i padroni di casa sono più determinati. All’8′ contropiede Samp, Cassano da sinistra salta Gonzalez in area e mette dentro, dall’altra parte, tutto solo, Soriano non ha problemi a battere Sorrentino con il sinistro. E’ una liberazione per il pubblico del Marassi. Ballardini non ci sta e, al 12°, inserisce Quaison per Chochev per un Palermo molto più offensivo.

LA PRIMA VOLTA DI IVAN – Al 19° dentro Djurdjevic per Gilardino. I rosanero, però, non riescono a impensierire una Samp che si difende senza affanni, che vince i duelli a centrocampo e che al 31° trova il 2-0: bella l’apertura di Muriel (subentrato da poco a Cassano) per Ivan che supera con un delizioso pallonetto l’avventata uscita di Sorrentino e firma il raddoppio. E’ il primo gol in Serie A per il giovanissimo talento blucerchiato. Palermo demoralizzato e che rischia il tracollo, ma Sorrentino si riscatta dicendo no a Carbonero e De Silvestri. Gli ospiti divorano il gol della bandiera con Trajkovski, poi ci prova Lazaar dalla distanza e, a tempo scaduto, Djurdjevic reclama un rigore, ma anche qui Fabbri lascia correre. Finisce 2-0, la Samp vince e sorpassa i siciliani. Primo brindisi per Montella che ora può preparare il derby con maggiore serenità,  mentre per Ballardini è la quarta sconfitta in sei partite.

SAMPDORIA-PALERMO 2-0 (0-0)
SAMPDORIA (4-3-2-1): Viviano 6,5; Cassani 6,5, Moisander 6, Regini 6, De Silvestri 6,5; Ivan 7, Fernando 6.5, Barreto 6 (33° st Christodoulopoulos sv); Carbonero 6, Soriano 6.5 (42° st Coda sv); Cassano 7 (26° st Muriel 6) In panchina: Puggioni, Brignoli, Rodriguez, Correa, Bonazzoli, Pereira, Palombo, Silvestre, Rocca. Allenatore: Montella.
PALERMO (4-3-2-1): Sorrentino 6; Struna 6 (35° st Rispoli sv), Goldaniga 5.5, Gonzalez 5.5, Lazaar 5,5; Hiljemark 6, Jajalo 5.5, Chochev 5.5 (12° st Quaison 5.5); Vazquez 6, Trajkovski 6; Gilardino 6 (19° st Djurdjevic 5.5). In panchina: Alastra, Colombi, Andelkovic, Bolzoni, Brugman, La Gumina, Toscano, Morganella, Pezzella. Allenatore: Ballardini.
ARBITRO: Fabbri di Ravenna.
RETI: Soriano al 53′ e Ivan al 75′
AMMONITI: Vazquez, Struna, Fernando, Ivan, Gonzalez e Djurdjevic.
ANGOLI: 6-3.
RECUPERO: 2′ e 4′

Fonte: Repubblica

Commenti