Juventus-Napoli e Sanremo, in arrivo l’ora X per il più folkloristico dei sabati italiani

Questa sera il pubblico televisivo italiano sarà diviso in due, tra quelli che vorranno guardare Juventus-Napoli e quelli che sceglieranno il Festival di Sanremo. O magari c’è chi accetterà il compromesso e guarderà entrambi

Si avvicina la tanto attesa ora X: questo sabato non è un sabato qualunque, è un sabato italiano (come avrebbe cantato qualche anno fa Sergio Caputo). E anche di canzoni giustamente bisogna parlare, perché in questo sabato caricato dalla supersfida-scudetto tra Juventus e Napoli si inserisce anche la serata finale del Festival della Canzone Italiana a Sanremo.

Non vogliamo parlare di tecnica, tattica, di moduli e formazioni, di indisponibili, di recuperati all’ultimo minuto, di arbitri infortunati o di curve chiuse… Vogliamo parlare del clima che si respira oggi in Italia. Non vuole essere una chiacchiera da bar sport, ma soltanto uno spaccato di quello che è la società di casa nostra in questa giornata particolare: mentre Milano si vive l’ultimo strascico di carnevale e tutte le altre città dovrebbero essere entrate nell’austerity della quaresima, abbandonando chiacchiere e tortelli, i temi principali di cui si sente parlare per strada sono sostanzialmente due e coprono una fetta di massa considerevole: Sanremo e Juve-Napoli.

C’è chi il calcio non lo segue e chi invece non ama la musica italiana, quindi già due fazioni si sono create, ma c’è anche chi ha il cuore diviso in due, perché vorrebbe seguire sia l’una, sia l’altra trasmissione. Nel frattempo, Rai International ha preso la sua decisione: il Festival andrà in differita per lasciare spazio alla partita.

Ed è probabile che questa sarà anche la scelta di chi non sa che fare: scegliere Juventus-Napoli anziché Sanremo. Perché le emozioni che ti dà un evento sportivo visto in tempo reale sono uniche e tutti i veri appassionati sanno che, anche evitando di farsi dire il risultato, non c’è lo stesso pathos a vedersi una partita registrata e già conclusa; per contro, le canzoni di Sanremo passeranno in radio per un tempo indefinito e chi ha seguito il Festival già le conosce, senza contare che la partita finirà comunque prima della proclamazione del vincitore e che quindi nel mezzo ci sono certamente performance “sacrificabili”. Infine, Juventus e Napoli raggiungono un’altissima percentuale di tifosi sparsi per tutta l’Italia.

In questo sabato italiano, quindi, un fatto è certo: questa serata sarà indimenticabile, ma di sicuro ci sarà spettacolo. E voi quale seguirete? Il Festival, la partita o entrambi? Ditecelo!

eurosport

Commenti

Questo articolo è stato letto 530 volte