Dionigi: “Stasera il Milan darà il massimo perchè per loro sarà l’ ultima chiamata Champions … ma quando il San Paolo è pieno è dura per tutti”

archivio allenatori Lega ProDAVIDE DIONIGI, ex attaccante del Napoli è intervenuto a FUORI GARA su Radio Punto Zero: “L’obiettivo del Napoli è lo scudetto, ma stasera il Milan darà il massimo perché forse, per loro, sarà l’ultima chiamata per la Champions. Quando il San Paolo è pieno è dura per tutti, lo era in Serie B e lo sarà soprattutto adesso. Di questo Napoli mi son piaciute due cose: la pazienza della società con Sarri, perché con allenatori simili ci vuole sempre pazienza; e poi, al di la di Higuain, l’arma in più è l’atteggiamento che ha il Napoli in tutte le partite, lo stesso atteggiamento mancato a Torino. La Juve, quest’anno, ha il dovere di far bene in Champions, dunque questo può essere un vantaggio per il Napoli. La Juve, però, ha il vantaggio di essere abituata a lottare per queste cose. Higuain? In passato si diceva che facesse giocar bene la squadra ma non era un bomber, ma quest’anno ha stupito tutti. Sarri mi piace perché ha un’idea di gioco ben precisa, e poi è umile e lo si capisce in ogni intervista. Ha avuto la fortuna e la bravura di andare ad Empoli e, come a Napoli, è partito male ma ha saputo rialzarsi. Ho affrontato Sarri da avversario quando allenavo il Taranto. In quel frangente l’ho studiato ed ho capito che ha la giusta umiltà ed anche la voglia di arrivare. È un allenatore che si fa voler bene dal gruppo e dallo spogliatoio ma è ugualmente tosto, spesso esce dalle righe com’è giusto che sia. Ha spessore e grande carattere. I miei anni a Napoli sono stati bellissimi. Erano stagioni travagliate, giocavamo in B, ma Napoli è sempre una grande piazza ed io feci tantissimi gol. L’unico rammarico che ho è quello di non aver potuto avere una società forte come adesso”.

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 490 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!