Le pagelle: Napoli, Reina è decisivo. Genoa, muro Izzo

GENOA
PERIN 6.5: sempre attento, tra i pali e nelle uscite. Neutralizza nel primo tempo un bel colpo di testa di Milik e nella ripresa ipnotizza Insigne, a due passi dalla porta. Sulla traversa di Hamsik lo aiuta la fortuna.
IZZO 7: gioca una partita quasi perfetta contro la squadra della sua città. Sbrigativo quando serve, ma anche attento a non buttare il pallone e propositivo.
BURDISSO 6.5: si aggrappa alla sua esperienza e riesce a vincere il duello con Milik, concedendogli solo un colpo di testa.
ORBAN 6: rischia grosso con una trattenuta in area, ma l’arbitro lo grazia. Se la cava, al netto di qualche incertezza.
LAZOVIC 6.5: corre tanto e crea anche qualche pericolo, dimostrandosi indispensabile per il centrocampo di Juric.
Dal 33′ st MUNOZ sv.
RINCON 6.5: si batte a tutto campo, all’occorrenza anche usando le maniere forti. Ma riesce a limitare gli avversari e appena può riparte.
NTCHAM 6.5: fa una bella figura, giocando pure con eleganza. Non è solo un mediano di quantità.
LAXALT 6.5: si esalta nel duello a tutta fascia con Hysaj, riuscendo in più di una circostanza a prevalere.
RIGONI 6.5: parte in posizione più avanzata, ma si rende utile soprattutto con i suoi ripiegamenti a metà campo.
PAVOLETTI 6: parte benino e svetta di testa, l’infortunio lo mette ko troppo presto.
Dal 31′ pt SIMEONE 5.5: gli capitano due clamorosi match ball nel finale, ma perde in entrambe le occasioni il duello con Reina.
OCAMPOS 6: per poco non mette nei guai i suoi compagni con un fallo di mano in area assurdo. Poi si rinfranca.
Dal 43′ st EDENILSON sv.

NAPOLI
REINA 7: decisivo, evita al Napoli la prima sconfitta della stagione con due parate super nel finale. Prezioso anche con un’uscita prima dell’intervallo.
HYSAJ 6: la sua serpentina conclusa con un gran tiro nel primo tempo è abbagliante,  poi mostra la corda e soffre contro Laxalt.
ALBIOL 6: è impeccabile per un tempo e sfiora il gol di testa nella ripresa. Ma concede qualcosa di troppo nel finale a Simeone.
KOULIBALY 6.5: tende un po’ a strafare, galvanizzato anche dal rinnovo del contratto. A conti fatti, però, anche questa volta è uno dei migliori dei suoi.  
GHOULAM 6: cala in maniera vistosa alla distanza, rinunciando quasi alle sue amate proiezioni in attacco. Tra i più stanchi.
ALLAN 5.5: strano ma vero, non si esalta nel clima della battaglia. Per adesso il brasiliano non si sta ripetendo sui livelli della scorsa stagione.   
Dal 27′ st ZIELINSKI 5.5: Sarri lo getta nella mischia per cercare di vincere, invece il polacco non incide e per poco non arriva addirittura la sconfitta.
JORGINHO 5.5: anche lui è in chiaro debito di ossigeno, sufficiente solo per un tempo, poi cala.
HAMSIK 6: la traversa nel primo tempo è un lampo, ma nella bagarre in mezzo al campo fatica a districarsi.
CALLEJON 6: sballa due conclusioni non da lui, macchiando una prova come al solito molto generosa.
MILIK 5.5: parte molto male, litigando stranamente con il pallone. Meglio di testa, ma stavolta Perin gli dice di no.  
Dal 37′ st GABBADINI sv.
MERTENS 5.5: si consuma troppo in fretta, come un fiammifero. Rinuncia al tiro a due passi dalla porta.
Dal 22′ st INSIGNE 5: gli capita la migliore occasione costruita dal Napoli, ma il suo tiro è un passaggio a Perin. Inconcludente.
Arbitro DAMATO 5: fa fatica a controllare la partita e nega al Napoli un rigore e mezzo.

ssc napoli

genoa
serie a
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti