“Situazione difficile, ma possiamo cambiarla”

Si complica la posizione di Frank De Boer all’Inter (Getty)

Frank De Boer dopo il ko con la Samp non si arrende: “Io sono felice di essere qui. Vedo che facciamo delle buone cose, solo che le facciamo per spezzoni di gara e non per un’intera gara. Io ho fiducia in questo cambiamento, deve avvenire nella nostra testa, la qualità da sola non è sufficiente”

“Io sono felice di essere qui e credo che possiamo cambiare questa situazione: la situazione è difficile, ma vedo che facciamo delle buone cose, solo che le facciamo per spezzoni di gara e non per un’intera gara. Io ho fiducia in questo cambiamento, deve avvenire nella nostra testa: la qualità l’abbiamo, ma da sola non è sufficiente”: Frank De Boer continua a predicare ottimismo, nonostante l’ennesimo ko (questa volta a Genova contro la Samp) e alla domanda se la prestazione di oggi cancella quello detto dalla società nei giorni scorsi risponde diplomaticamente che “bisogna chiedere alla società”.

“Il problema – spiega l’allenatore dell’Inter a fine gara – è la cooperazione con la palla: il primo tempo è da dimenticare, perché non l’abbiamo giocato, mentre nel secondo abbiamo fatto come dovevamo fare. Sono molto deluso della prima frazione, dobbiamo giocare novanta minuti come abbiamo fatto nella ripresa e non ho capito perché non l’abbiamo fatto. Dobbiamo giocare la palla meglio e dobbiamo essere in campo fin dall’inizio”. La reazione di Eder al cambio? “E’ un giocatore che vuole sempre vincere e dare il 100%, ma ha giocato molto ultimamente e avevo bisogno di qualcuno di fresco da inserire. Ma non ero scontento di come stava facendo. Dare fiducia a Gabigol? E’ un buon giocatore, il suo momento arriverà”.

Fonte: SkySport

Commenti