ESCLUSIVA PA – De Napoli: “Cittadinanza a Maradona? Organizzata molto male. Qualche esponente del Napoli doveva esserci”

La redazione di Pianetazzurro.it ha intervistato l’ex centrocampista del Napoli, Nando De Napoli. Nando, in modo particolare, si è soffermato sulla scarsa organizzazione che ha conferito la cittadinanaza onoraria a Maradona.

Nando, ieri Maradona ha ricevuto la cittadinanza onoraria e tu eri tra i presenti, che sensazione  hai avuto nel rivedere Diego?

“Rivedere Maradona fa sempre piacere. Peccato che non ci siamo visti anche dopo, perché lui ha sempre tanta gente intorno.  Mi sarebbe piaciuto stare a cena con lui, ma va bene così”.

Ieri c’erano poche persone rispetto a quelle che si prevedevano. Dal punto di vista organizzativo non è stata una manifestazione curata nel migliore dei modi. Nel pomeriggio si era pensato che addirittura l’evento potesse saltare. Un tuo commento ?

“Secondo me  è stata una manifestazione organizzata male, lo abbiamo percepito anche noi che siamo venuti da lontano. Io sono partito da Reggio Emilia, siamo stati tre ore dietro al palco ad aspettare, senza parlare del caldo. Abbiamo parlato tra noi ex compagni, non ci vedevamo da tempo. Stamattina in albergo con Romano e Renica parlavamo proprio dell’organizzazione che ha lasciato molto a desiderare”.

Noi abbiamo stigmatizzato il fatto che non ci fosse nessun esponente della società del Napoli. Un campione come Maradona avrebbe meritato un trattamento diverso. Sei d’accordo?

“Lo penso anche io. Sono d’accordo con te.  In questo caso qualcuno del Napoli doveva esserci”.

Si era anche parlato di un compenso che Diego avrebbe preso. Cosa prontamente smentita da lui stesso nella conferenza stampa a Villa Sant’Angelo, dove Maradona ha usato termini molto forti.

“Credo a ciò che ha detto Diego.  Io, ad esempio, ho pagato anche la benzina pur di essere presente”.

Una battuta sul mercato del Napoli?

“Speriamo bene, il Napoli deve lottare per il primato. L’allenatore conosce i calciatori e la speranza è quella che si possa lottare per lo scudetto fino alla fine. Servono due – tre ritocchi. Bisogna avere anche una panchina più forte degli altri anni e non perdere con le piccole”.

Vinicio nei giorni scorsi mi ha detto che vedrebbe bene un centrocampista di grosso spessore per azzerare questo gap con la Juve. Sei d’accordo?

“Assolutamente sì. Vinicio ha ragione. Ci vuole uno di grande personalità”.

Questione Reina? Come andrà a finire?

“Sepriamo che resti a Napoli. Tutti lo vogliono bene. E’ una persona che fa gruppo”.

Commenti
avatar

Claudio Donato

Claudio Donato, giornalista-pubblicista. Al suo attivo già diverse collaborazioni con varie testate giornalistiche.